Condividi questo articolo su:

Amyko, il wearable per la salute vincitore di Open-F@b arriva sul mercato

La startup milanese che si è aggiudicata l'ultima edizione del contest di BNP Paribas Cardif alla prova del mass market: dal 19 luglio il braccialetto con i dati sanitari che ha messo a punto sarà in vendita su QVC Italia, la piattaforma multimediale di shopping
Barbara Bosco

Dal prossimo 19 luglio sulle piattaforme di QVC Italia, TV (canale 32 Digitale Terrestre e tivùsat e 475 di Sky) e web sul sito www.qvc.it, sarà possibile acquistare Amyko, l'innovativo braccialetto modulare e totalmente Made in Italy, dotato di tecnologia passiva NFC, che permette all'utente di condividere le informazioni di salute con le persone che preferisce (medico, baby sitter, personal trainer, etc). 

La televendita non è un canale distributivo normalmente cosiderato dal mondo startup e i wearable sono articoli fino a oggi interpretati come prodotti quasi di nicchia. Eppure grazie a QVC Next, il programma a sostegno dell’imprenditoria italiana lanciato da QVC un anno fa, con l'idea di offrire a pmi e startup l’opportunità di crescere attraverso un piano di accelerazione personalizzato, garantito da un palinsesto di 17 ore di diretta al giorno, sette giorni su sette, 364 giorni all’anno, oltre che dal sito di e-commerce capace di raggiungere 25 milioni di famiglie sul territorio nazionale.

Ottenere una distribuzione di questo tipo significa arrivare al mass market, un traguardo enorme per una startup che con la sua tecnologia (fatta di una piattaforma cloud, web e mobile, dei dispositivi indossabili e dei servizi che possono essere sviluppati) dedicata alla cura della salute è per definizione dedicata a tutti. 

“E’ stato un percorso intenso per la validazione del prodotto ma la professionalità e disponibilità del team di QVC Italia è stata impeccabile – dichiara Riccardo Zanini, COO di Amyko. – Il format di vendita di QVC è basato sullo storytelling, dove il presenter QVC è affiancato da un nostro esperto di prodotto. Finalmente una multinazionale che concretamente offre un’opportunità importante ad una Startup”. 

La multinazionale QVC ha una dimensione ragguardevole: come retailer multimediale di shopping e intrattenimento è il secondo network televisivo americano con un fatturato di 8,7 miliardi di dollari e come retailer multimediale globale craggiunge 14 milioni di clienti tra Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Giappone, Italia, Francia e Cina attraverso una joint venture.  

L'offerta di Amyko su QVC per il canale prevede che il braccialetto modulare standard dotato di tecnologia passiva NFC per condividere le informazioni di salute con chi desideriamo (medico, baby sitter, personal trainer, ecc) venga offerto con le funzioni di direct call e self-help gratuite per 36 mesi. La funzione di direct call consiste nel chiamare il numero impresso sul braccialetto, digitando il codice univoco in verde: così il soccorritore verrà messo direttamente in contatto con i numeri utili che l’utente avrà memorizzato nel suo database. La funzione di self-help, invece, va utilizzata dall’utente nel caso in cui sia solo e senza soccorritori: è sufficiente avvicinare lo smartphone al proprio braccialetto e automaticamente la persona di riferimento indicata riceverà un sms di allerta con la posizione dell’utente geolocalizzata.  Il dispositivo sarà venduto al prezzo speciale di 29,90 Euro, usufruendo di una speciale promozione che prevede la versione black&gold del bracciale in vendita con la custom pack per personalizzarlo al meglio.

Fondata da Filippo Scorza e Riccardo Zanini  Amyko è una startup di cui abbiamo già parlato, poichè tra i diversi riconoscimenti che ha ricevuto c'è anche la vittoria del contest Open-F@b Call4Ideas 2016 di BNP Paribas Cardif, premio che ha riconosciuto l'interesse anche per il settore assicurativo di questo tipo di tecnologia a supporto del benessere, della salute e della sicurezza della persona.

Amyko infatti si presenta con una piattaforma, app mobile o web, associata a un wearable device (un braccialetto) in grado di condividere e archiviare tutte le informazioni mediche dell'utente. Tramite Amyko l'utente può gestire la propria storia sanitaria (documenti, referenti, etc) e la propria sicurezza semplificando la gestione in un'unica piattaforma grazie ad una user experience dinamica, customizzabile, semplice e con un approccio molto interattivo.

L'utente ha così modo di poter gestire e condividere tutta la sua documentazione medica e sanitaria istantaneamente ed in ogni parte del mondo, anche con la propria compagnia assicurativa.

Ecco alcune delle caratteristiche che rendono Amyko una soluzione differente da altre simili sul mercato:

qualità Made in Italy:  il braccialetto Amyko è interamente progettato e prodotto in Italia, pochi grammi di gomma termoplastica riciclabile e adattabile ad ogni polso, di grandi e piccini, completamente anallergico, resistente all’acqua e certificato di massima qualità. Il braccialetto si basa su una tecnologia sicura, tecnologicamente avanzata e collaudata (la stessa delle carte bancomat o degli skipass): non ha bisogno di batterie e non emette onde o radiazioni. 

Privacy: il trattamento dati è in linea con quanto richiesto dal garante per la privacy. Ad esempio, Amyko non utilizza alcun QR code perché questi strumenti non garantiscono la riservatezza dei dati. Il braccialetto rispetta tutti i canoni dei 6 step della privacy garantendo ogni tipo di sicurezza per i dati degli utenti; inoltre ogni azione svolta viene memorizzata nell’area eventi così da avere un ulteriore controllo. E’ infine l’utente stesso che può selezionare a chi e come far visualizzare i propri dati.

Funzioni aggiuntive:  Amyko  è ricco di funzioni opzionali come l’armadietto del farmaco  per ricordare all'utente la somministrazione di un farmaco ad un determinato orario, l’appuntamento per una visita medica dandone contemporaneamente notizia ad un parente per un controllo incrociato o semplicemente avere sempre aggiornata la propria scorta di farmaci. Come già indicato in precedenza, in caso di emergenza Amyko può inviare un messaggio in automatico a un familiare, grazie alla funzione self-help, un' evoluzione 2.0 del servizio di “telesalvalavita”, che include la geolocalizzazione. E se ci si trova in una zona senza connessione dati o non c’è a portata di mano uno smart phone con tecnologia NFC, con il servizio direct call è possibile chiamare il numero del centralino “soccorso Amyko  ” impresso sul braccialetto per venire automaticamente collegati a un numero indicato di un familiare o del proprio medico. 

 

 

 

 


10 Luglio 2017

Le più lette

Driveless car, aumenta la pressione delle case automobilistiche

L'auto a guida autonoma è ormai una sfida 'a chi arriva prima': le giapponesi Honda e Toyota, per esempio, hanno appena annunciato ingenti investimenti sfidando il predominio di Waymo (che rimane la più avanzata nel settore) Leggi tutto >>

Digital transformation, come comprare l'auto seduto in poltrona

Grazie all'accordo tra la startup italiana brumbrum e Findomestic viene creato un processo totalmente digitale per acquistare un veicolo con un finanziamento, migliorando la customer experience del cliente. Per la startup si rafforza la collaborazione con il Gruppo BNP Paribas, cominciata con Arval Leggi tutto >>
Generic placeholder thumbnail

Business

Driveless car, aumenta la pressione delle case automobilistiche

L'auto a guida autonoma è ormai una sfida 'a chi arriva prima': le giapponesi Honda e Toyota, per esempio, hanno appena annunciato ingenti investimenti sfidando il predominio di Waymo (che rimane la più avanzata nel settore)

Leggi tutto >>

Generic placeholder thumbnail

Business

Digital transformation, come comprare l'auto seduto in poltrona

Grazie all'accordo tra la startup italiana brumbrum e Findomestic viene creato un processo totalmente digitale per acquistare un veicolo con un finanziamento, migliorando la customer experience del cliente. Per la startup si rafforza la collaborazione con il Gruppo BNP Paribas, cominciata con Arval

Leggi tutto >>