Condividi questo articolo su:

Insurance Iot Europe Awards, vince la startup italiana Neosurance

All'evento, tenutosi il 7 e 8 giugno a Londra, Neosurance ha battuto 4 startup finaliste, grazie a una tecnologia che rende le polizze assicurative "snackable", perfette per i millennial. Come racconta il Ceo Dario Melpignano in un video esclusivo.
Donatella Cambosu

Neosurance, startup italiana dell'insurance tech, ha portato a casa l'oro nella categoria IoT Newcomer all’Insurance IoT Europe Awards di Londra, battendo le altre 4 startup finaliste. 

La startup, già commercialmente operativa, è stata fondata da DigitalTech International in partnership con Neosperience, ed è frutto di mesi di interazione con le compagnie assicurative in Europa e in Asia - dove Digital Tech ha una seconda sede - e del knowledge accumulato durante i primi 5 mesi di partecipazione al Connected Insurance Observatory. La startup ha quindi già in partenza una certa solidità, il team operativo è costituito da membri di DigitalTech International e di Neosperience, ed è diretto dal CEO Dario Melpignano (Neosperience).

"Non c'è una sola cosa che rivoluzione le assicurazioni, sono diverse, il mobile, l'internet of things, i wearable. Il futuro dell'insurance è nei prodotti granulari, nei micromomenti, capaci di raggiungere attraverso nuovi canali il cliente proprio quando ne ha bisogno. E' con questo in mente che abbiamo creato Neosurance". 

Neosurance è fondamentalmente una società tecnologica, che intende portare tecnologie innovative al mondo assicurativo lavorando nel B2B, proponendo alle compagnie assicurative (in particolare a quelle più innovative che nel sito vengono definite "insurance disruptor) un sistema basato su vendite push di micro assicurazioni: con un semplice tocco allo schermo è possibile avviare un’assicurazione. La soluzione è costruita intorno ad un sistema di Intelligenza Artificiale che lavora con i dati IoT, in grado di “imparare” e di proporre l’assicurazione giusta, nel momento giusto, al cliente finale della compagnia. Gli usi sono molteplici, ma un facile esempio di come potrebbe essere utilizzato il servizio potrebbe essere questo: sei in viaggio e non hai fatto l’assicurazione, atterri a Londra e ti arriva una notifica personalizzata che ti avvisa della possibilità di assicurarti per un breve periodo ed in pochi passi direttamente dal tuo device. Semplice, veloce, comodo. 

E' dunque evidente che la startup il cliente finale sul quale è stata costruita la soluzione tecnologica di Neosurance sono i millennial o quanto meno i "tech savvy", cioè tutta quella crescente fascia di popolazione che esige modalità innnovative di interazione con la compagnia assicurativa e utilizza maggiormente i canali digitali

 


09 Giugno 2016

Le più lette

Coya, l'insurtech che sfida le Compagnie tradizionali

Ha appena raccolto un investimento da 30 milioni di dollari e tra i suoi finanziatori c'è Peter Thiel, il venture capitalist fondatore di Paypal. Con le nuove risorse l'obiettivo è consolidare la propria posizione in Germania ed espandersi in tutta Europa, sfidando i carrier tradizionali Leggi tutto >>

Sharing economy, le startup italiane più finanziate

Da ProntoPro a Mathesia, da Supermercato24 a Scooterino: ecco quali sono state fino a oggi le startup italiane dell'economia della condivisione che hanno incontro maggiormente il favore degli investitori, secondo un report dell'Osservatorio Startup Intelligence del Politecnico di Milano Leggi tutto >>
Generic placeholder thumbnail

Startup

Coya, l'insurtech che sfida le Compagnie tradizionali

Ha appena raccolto un investimento da 30 milioni di dollari e tra i suoi finanziatori c'è Peter Thiel, il venture capitalist fondatore di Paypal. Con le nuove risorse l'obiettivo è consolidare la propria posizione in Germania ed espandersi in tutta Europa, sfidando i carrier tradizionali

Leggi tutto >>

Generic placeholder thumbnail

Startup

Sharing economy, le startup italiane più finanziate

Da ProntoPro a Mathesia, da Supermercato24 a Scooterino: ecco quali sono state fino a oggi le startup italiane dell'economia della condivisione che hanno incontro maggiormente il favore degli investitori, secondo un report dell'Osservatorio Startup Intelligence del Politecnico di Milano

Leggi tutto >>