Condividi questo articolo su:

Startup tech insurance perde 100 milioni di dollari e da la colpa all'ObamaCare

Bloomberg riporta il bilancio 2015 di Oscar Health, che è valutata quasi 3 miliardi ma ha un bilancio negativo. Il founder attribuisce i risultati ai costi elevati per mettere in piedi una compagnia sanitaria. Ma anche al programma governativo Affordable Care Act
Donatella Cambosu

Oscar Health è una startup tech insurance di New York che in appena tre anni di vita ha raggiunto una valutazione da 2,7 miliardi di dollari e ha raccolto circa 750 milioni di investimenti dal venture capital, tra i suoi investitori anche Google Capital e Peter Thiel. Tra i più recenti nuovi soci il fondo Fidelity , notoriamente piuttosto conservativo, che ha scommesso su questa startup ben 400 milioni di dollari. 

Eppure la società non si può dire che sia profittevole, anzi: secondo quanto ha riportato BloombergBusiness, Oscar ha dichiarato perdite per oltre 100 milioni di dollari nel 2015. 

Il fondatore e ammnistratore delegato della società Mario Schlosser ha dichiarato che alcune delle perdite di Oscar derivano dai costi elevati per mettere in piedi una compagnia assicurativa sanitaria, cioè i costi dello startup vero e proprio; altre perdite sono legate agli stessi problemi che stanno colpendo le più grosse compagnie tradizionali e attribuibili, secondo le dichirazioni riportate, al programma di governo Affordable Care Act, noto come ObamacCare.

Oscar Health, come altre startup tech insurance, nasce focalizzata sugli spazi di mercato che in US si sono aperti proprio a seguito dell'ObamaCare (mai piaciuto alle grandi compagnie) e che ora sta evidentemente mostrando qualche limite.

Leggi l'articolo integrale Startup Oscar Posts $105 Million Obamacare Loss in 2015 su BloomberBusiness.

La società comunque è proiettata sul futuro e si rafforza nello sviluppo tecnologico, elemento di cui ha fatto il proprio asset principale. Nei giorni scorsi, come riportato Re/code nell'articolo Health Care Startup Oscar Hires Veteran Google Engineering VP as Its Tech Lead  ha annunciato di aver messo alla guida del suo team tecnico Alan Warren (nella foto), ingegnere informatico di un certo rilievo ed ex VP di Google. In Google Warren ha guidato i team di Google Docs e Drive, ha portanto il team tecnico di Google a New York da 50 a 3000 ingegneri e più recentemente ha lavorato nell'ambito di Google Health. 

 

 


18 Marzo 2016

Le più lette

Magic Wand, il primo programma italiano di accelerazione per startup insurtech

Nuova opportunità per le imprese nascenti nel panorama assicurativo del nostro Paese, Magin Wand si avvale della collaborazione di dieci partner importanti nel settore dei servizi finanziari. Fino all'8 dicembre call aperta per le candidature al programma Leggi tutto >>

CoverWallet, l'insurtech che pensa alle PMI, conquista altri investitori

La startup newyorkese riceve una nuova iniezione di fondi per oltre 18milioni di dollari. Alla base del successo la sua tecnologia forgiata sui bisogni delle Pmi, alle quali offre semplificazione, trasparenza e accessibilità a nuovi servizi Leggi tutto >>
Generic placeholder thumbnail

Startup

Magic Wand, il primo programma italiano di accelerazione per startup insurtech

Nuova opportunità per le imprese nascenti nel panorama assicurativo del nostro Paese, Magin Wand si avvale della collaborazione di dieci partner importanti nel settore dei servizi finanziari. Fino all'8 dicembre call aperta per le candidature al programma

Leggi tutto >>

Generic placeholder thumbnail

Startup

CoverWallet, l'insurtech che pensa alle PMI, conquista altri investitori

La startup newyorkese riceve una nuova iniezione di fondi per oltre 18milioni di dollari. Alla base del successo la sua tecnologia forgiata sui bisogni delle Pmi, alle quali offre semplificazione, trasparenza e accessibilità a nuovi servizi

Leggi tutto >>