Condividi questo articolo su:

SysDev, la startup che mette al sicuro gli edifici con l'IoT

Nata in Italia e cresciuta nell'incubatore I3P di Torino, questa giovane tech company usa l'Internet of Things nel settore edilizio per monitorare le strutture. Nel suo target ci sono le aziende, assicurazioni comprese
Donatella Cambosu

Sensori, cloud, big data, analytics, gateway: c'è moltissima tecnologia all'avanguardia in questa giovane società torinese chiamata SysDev che ha appena raccolto mezzo milione d'investimento da parte di A.di.co.m Group, società torinese che opera da più di 20 anni nel settore IT, per lo sviluppo finale del prodotto e il lancio sul mercato.

Nata nel 2015 e incubata presso I3P, l'incubatore del Politecnico di Torino, SysDev ha sviluppato soluzioni tecnologiche IoT per il monitoraggio strutturale e ambientale di edifici, infrastrutture come ponti e gallerie, grandi edifici e “smart city”, con lo scopo di migliorare il controllo del territorio e la sua resilienza a fronte di eventi catastrofici.

Alla base della tecnologia SysDev ci sono i sensori, che integrati all'interno di materiali edili e di ambienti, percepiscono ogni movimento e vibrazione delle strutture a cui sono applicati e, grazie a trasmettitori a lunga portata segnalano in tempo reale eventuali anomalie o criticità, garantendo un controllo capillare e costante.

I sensori hanno un costo basso e questo consente di puntare sull'installazione di alte quantità, consentendo di elevare l’intelligenza dei sistemi di monitoraggio e gestione, grazie a una maggiore quantità di dati raccolti.

Una descrizione delle caratteristiche delle soluzioni SysDev è disponibile su questa pagina. 

La startup si rivolge a una clientela di tipo pubblico come i gestori di edifici pubblici e storici, oppure a gestori di infrastrutture strategiche come aeroporti, stazioni, ferrovie, autostrade, ponti, gallerie, ecc; non solo in ottica di validazione della sicurezza, ma per il controllo a distanza, per la valutazione danni e il coordinamento soccorsi in caso di evento catastrofico (terremoto, attacco terroristico).

SysDev si rivolge specificamente anche al settore assicurativo proponendo il sistema SHM per la validazione dei danni in caso di eventi catastrofici che potrebbe anche coniugarsi con la possibilità di sconto su polizza se viene appunto installato il sistema. 

La società ha stretto diverse partnership industriali con: PTC/Thingworks, piattaforma per la creazione e l’esecuzione di applicazioni IoT, Liquigas per lo sviluppo di sistemi di sicurezza IoT operanti in ambiente esplosivo, Integrated Device Technology,  per soluzioni di ricarica e alimentazione wireless, Telit per la trasmissione wireless dei dati, e Studio AITEC per lo sviluppo di modalità innovative per il monitoraggio e la manutenzione predittiva strutturale e ambientale.

Ora l’ingresso di A.di.co.m Group in società consentirà alla startup di ampliare la struttura aziendale e di supportare il tentativo di diventare un player importante nel settore dell’IoT.


06 Maggio 2016

Le più lette

Wereable technology, un braccialetto guida i non vedenti con le vibrazioni

Wayband è stato ideato dalla startup WearWorks ed è capace di accompagnare persone cieche o ipovedenti non attraverso la comunicazione vocale, ma basandosi sul tatto. Ecco come funziona in un video Leggi tutto >>

L'evoluzione di Enbelive, la startup che ha vinto Open-F@b nel 2015

Impresa a vocazione sociale, la società si è aggiudicata la call con il servizio per la sicurezza dei bambini Child Explorer. Il lavoro con BNP Paribas Cardif mira a integrarlo in soluzioni assicurative. E va avanti per sviluppare altri servizi per le famiglie Leggi tutto >>
Generic placeholder thumbnail

Startup

Wereable technology, un braccialetto guida i non vedenti con le vibrazioni

Wayband è stato ideato dalla startup WearWorks ed è capace di accompagnare persone cieche o ipovedenti non attraverso la comunicazione vocale, ma basandosi sul tatto. Ecco come funziona in un video

Leggi tutto >>

Generic placeholder thumbnail

Startup

L'evoluzione di Enbelive, la startup che ha vinto Open-F@b nel 2015

Impresa a vocazione sociale, la società si è aggiudicata la call con il servizio per la sicurezza dei bambini Child Explorer. Il lavoro con BNP Paribas Cardif mira a integrarlo in soluzioni assicurative. E va avanti per sviluppare altri servizi per le famiglie

Leggi tutto >>