Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

A ottobre Torino capitale dell’Internet of Things

Un appuntamento dedicato a imprenditori, manager, tecnici e startup per scoprire tutto quello che c’è da sapere sul tema tecnologico più importante degli ultimi anni

31 Ago 2015

I prossimi 1 e 2 ottobre si terrà a Torino la seconda edizione di Meet IoT, il principale evento italiano dedicato all’internet of things.

Indirizzato a un vasto pubblico che comprende le imprese, le pubbliche amministrazioni, il mondo degli sviluppatori, le startup e gli investitori, Meet IoT si svolge in un ex spazio industriale di tre piani nel cuore di Torino che oggi ospita due realtà punti di riferimento nell’ecosistema “sabaudo” dell’innovazione, Toolbox Co-working e Fab Lab Torino (quartier generale delle officine Arduino).

La parte di exhibition si articolerà sulle cinque principali declinazioni della internet of things, quelle che si stanno maggiormente sviluppando e che hanno maggiore impatto sull’ambiente, sulla vita e le abitudini delle persone: domotica, smart city, e-health and wellness, manufactoring, agrifood.

Sarà quindi un’occasione per vedere in prima persona una serie di oggetti, soluzioni e applicazioni che rappresentano l’attuale stato dell’arte, ma anche visionare in anteprima prototipi e sperimentazioni che rappresentano il prossimo futuro.

L’ internet of things, il più importante trend tecnologico degli ultimi anni, è un tema certamente piuttosto ampio, che può abbracciare moltissimi temi, da quello industriale a quello sociale, dalla ricerca allo sviluppo economico e all’impatto sulla società e sulla privacy.

L’appuntamento darà quindi anche largo spazio al dibattito e all’approfondimento grazie alle conferenze che coinvolgeranno nomi importanti come Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab, lo scrittore di fantascienza e giornalista tecnologico Bruce Sterling, Francesco Profumo, presidente di IREN SpA, David Gomba, ceo di Officine Arduino, Thibaut Kleinert, del dipartimento IoT della Commissione Europea , Cosimo Palmisano, imprenditore di successo e fondatore di Decisyon, Piero Perlo, del Centro Ricerche Fiat. (Tutti gli speaker sono elencati su questa pagina).

Non mancherà in occasione di Meet IoT 2015 lo stimolo alla presentazione di progetti innovativi sviluppati da giovani team. E’ stata infatti già lanciata la “Challenge” in collaborazione con due aziende AizoOn e Viper, una competizione i cui vincitori saranno premiati proprio nei giorni dell’evento. La competizione è stata suddivisa in quattro sfide, 3 di AizoOn che per ogni vincitore mette a disposizione un premio da 15 mila euro e una di Viper, che offre premi in servizi per i primi tre classificati.

L’evento è patrocinato dalla Città di Torino, Torino Smart City e Commissione Europea Directorate General.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2