Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

Come Elon Musk entra nel mercato assicurativo con InsureMyTesla

Tesla sta per lanciare, in partnership con alcune compagnie, un servizio assicurativo dedicato ai propri veicoli. I primi mercati in cui sarà sperimentato il servizio sono Hong Kong e l’Australia

05 Set 2016

L’arrivo delle driverless car, come abbiamo altre volte detto, avrà tra i suoi principali benefici la drastica riduzione degli incidenti provocati da errore umano, ma sta tuttavia ponendo qualche preoccupazione alle assicurazioni.

Una delle preoccupazioni è che le stesse società tecnologiche che producono le auto possano esse stesse fornire la copertura assicurativa: sarebbe anche logico, visto che nella driverless car molta responsabilità si sposta dal conducente al veicolo stesso, e la polizza riguarderebbe di fatto il software che guida l’auto.

Tesla sembra fare un passo in questa direzione, senza tuttavia arrivare a bypassare le compagnie.

Secondo quanto riportato dal sito Electrek, la società sta per lanciare in due mercati, Hong Kong e Australia, le sue prime polizze associate ai propri veicoli e personalizzati per le esigenze associate a essi.

I piani forniranno infatti non solo le classiche coperture per veicoli, ma alcune specialialità, come quella riguardante le batterie per la ricarica elettrica che arriva fino alla sostituzione completa dell’auto se ha meno di 36 mesi e riguarda anche quanto può accadere al caricatore domestico o nell’ambito dei servizi di ricarica.

A Hong Kong, Tesla ha stretto la partnership con AXA General Insurance, mentre in Australia, il partner è QBE Insurance.

Per saperne di più su come è modellata la polizza, leggi questo documento (scaricabile).

Elon Musk, fondatore di Tesla, oltre al proprio impegno imprenditoriale in svariati e futuristici ambiti della mobilità, dai viaggi nello spazio ai treni superveloci, ha certamente una grande fede nell’auto senza conducente e nelle sue possibilità di rivoluzionare le nostre vite. “Nel lungo periodo nessuno comprera’ un’auto che non sia autonoma. – ha dichiarato qualche tempo fa – Possedere un veicolo che non si guida da solo in futuro sara’ come avere un cavallo, potrai tenerlo e usarlo per ragioni sentimentali, ma non per un uso quotidiano”.

Con le sue Tesla ha certamente rivoluzionato il mercato dell’auto elettrica, trasformando il concetto di auto ecologicamente corretta, ma priva di estetica, prestazioni ed appeal, in un vero e proprio oggetto del desiderio per persone con una certa disponibilità economica in tutto il mondo. E la Tesla è anche la prima vettura in circolazione ad utilizzare già oggi funzionalità di “pilota automatico” in autostrada, cosa che le è valsa purtroppo la prima e per ora unica vittima della guida automatizzata.

Articolo 1 di 5