Elon Musk sta progettando una compagnia assicurativa tutta sua

Elon Musk subisce il fascino dell’insurance, come sempre pensa in grande e quindi adesso vuole mettere in piedi una compagnia assicurativa, dedicata particolarmente ai clienti Tesla. Grazie ai dati che l’auto raccoglie promette sconti consistenti basati sulle performance di guida

03 Ago 2020

Tesla prevede di lanciare una “grande compagnia di assicurazioni”, ha annunciato il CEO Elon Musk durante una recente telefonata con gli investitori, riporta Business Insider.

Un annuncio che non sorprende del tutto, poichè sono un paio di anni che l’imprenditore visionario è attratto dal settore assicurativo, anche per via della gran quantità di dati che le sue auto raccolgono, sulla base dei quali Musk ritiene si possa offrire polizze molto più evolute rispetto alle esistenti, con tariffe determinate in base all’aggressività di guida.

Tesla offre già un prodotto assicurativo di base in California, che l’anno scorso ha visto un lancio piuttosto rocambolesco, avendo sospeso il sito dedicato appena poche ore dopo la sua messa online, adducendo un “aggiornamento dell’algoritmo”. Alcuni clienti che sono stati in grado di ottenere preventivi prima della sospensione hanno detto di essere quotati a tariffe più alte rispetto ai loro piani di assicurazione di terze parti, nonostante il pitch di Tesla di tariffe più basse del 20%. Quel prodotto era “versione 0.9”, ha detto Musk.

Acqua passata, Tesla sta ora pensando più in grande.

“Stiamo costruendo una grande compagnia di assicurazioni”, ha detto l’amministratore delegato Elon Musk agli investitori in occasione della conference call sugli utili del secondo trimestre di Tesla, che continua a regalare soddisfazioni.

“In definitiva, il punto a cui vogliamo arrivare con Tesla Insurance è quello di poter utilizzare i dati acquisiti in auto, nel profilo di guida della persona in auto, per poter valutare le correlazioni e le probabilità di incidente e poter poi valutare un premio su base mensile per quel cliente”, ha detto.

L’interesse di Musk nell’offrire un prodotto assicurativo più economico ai proprietari di Tesla non è una novità. Ciò deriva dal fatto che i suoi clienti, i proprietari di Tesla, lamentano sempre i costi assicurativi più elevati cui vanno incontro con le compagnie tradizionali, basata sul fatto che le riparazioni siano molto più costose rispetto ad altri marchi. Per andare quindi incontro ai suoi clienti, quindi, Musk ha pensato di farsi una compagnia, che sarà secondo lui in grado di sfidare e battere la concorrenza proprio sul prezzo, grazie all’uso dei dati.  La compagnia ha parlato per la prima volta di assicurazioni nell’aprile del 2019, prima di lanciare un prodotto in California qualche mese dopo.

Tesla conta di lanciare la sua assicurazione in una manciata di stati americani entro la fine dell’anno, ha detto Musk, se riesce a trovare attuari rivoluzionari.

“Mi piacerebbe avere alcuni attuari ad alta energia, soprattutto”, ha detto. “Ho un grande rispetto per la professione attuariale. I vostri ragazzi sono bravissimi in matematica. Vi prego di unirvi a Tesla, soprattutto se volete cambiare le cose, e siete infastiditi dalla lentezza del settore. Tesla è il posto giusto. Vogliamo attuari rivoluzionari”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3