Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

La strategia di Apple per l’Internet degli Oggetti

Il modello della mela morsicata resta lo stesso: la creazione di un ecosistema chiuso che includerà oggetti domestici ma anche le auto. Senza dimenticare i wearable device.

04 Nov 2015

La stravagante, ma efficientissima società di consulenza finanziaria The Motley Fool, ha condensato in un documento in Slideshare la strategia di Apple sulla Internet of Things.

Nel documento, si parte da un presupposto “L’Internet delle cose è in crescita, e Apple lo sa”.

Entro il 2025, Cisco Systems dice che ci saranno 50 miliardi oggetti connessi, l’internet degli oggetti genererà più di $ 7 miliardi di dollari di fatturato nei prossimi cinque anni, secondo IDC; entro il 2020, oltre il 20% dei consumatori americani avrà al polso un orologio intelligente. Le aziende spediranno 1,9 miliardi di dispositivi domestici smart home, portando a circa 490 miliardi di dollari il fatturato entro il 2019.

Fondamentalmente, le strategie cambiano ma il modello di business è sempre lo stesso: la creazione di un ecosistema Apple chiuso che ora andrà a includere device non previsti prima come gli oggetti della casa o addirittura le auto.

Il primo filone di business è quindi la casa connessa. HomeKit di Apple permette applicazioni di domotica per un controllo totale della casa, dalle serrature al termostato, illuminazione, sicurezza, porte, ecc, il tutto attraverso un unico sistema su iPhone e iPad. Con la creazione di una piattaforma che consente ai dispositivi collegati di comunicare tra loro, Apple si garantisce che i propri dispositivi siano un elemento chiave nella smart home.

Il secondo filone è l’auto. Apple si sta dilettando nella tecnologia automobilistica in questo momento con il suo sistema di infotainment auto Play, ma farà di più, secondo il Wall Street Journal lancerà una proprio auto entro il 2019. E recentemente ha acquistato un edificio da 138 milioni di dollari con garage, piste di prova veicoli, e ha insediato centinaiadi dipendenti che lavorano al progetto automobilistico, nome in codice “Titan”.

Terzo filone sono naturalmente i wearable, Apple Watch è solo all’inizio: diventerà le nostre chiavi, di identificazione, il portafoglio, un dispositivo di monitoraggio 24/7 della salute.

Qui di seguito le slide.

What is Apple’s Internet of Things Strategy? from The Motley Fool

Articolo 1 di 5