Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

Le auto del futuro in pista all’autodromo di Monza

Dal 28 al 30 ottobre i visitatori del circuito di Formula 1 potranno provare le connected car. In programma anche hackathon, conferenze e una gara di idee sui veicoli connessi

01 Ott 2015

Dal 28 al 30 ottobre si terrà presso l’autodromo di Formula 1 di Monza Connected Automobiles 2015, la seconda edizione dell’evento italiano (e tra i principali in Europa) dedicato al settore delle auto connesse. Un evento nell’evento, poichè si svolge nell’ambito della Smart Mobility World, la conferenza ed esposizione internazionale leader europea nel panorama della mobilità intelligente, che ha registrato nel 2014 più di 3.500 visitatori e 152 tra sponsor, partner ed espositori.

Connected Automobiles permetterà in tre giorni di scoprire cosa bolle in pentola in uno dei settori automotive più interessanti del momento, grazie a un fitto programma di attività che comprende la conferenza, il pitchfire (per le startup), l’hackaton, la competition, l’area espositiva e dimostrazioni live.

La Conferenza si occuperà delle sinergie nascenti tra il settore Automotive e la tech industry, gli sviluppi tecnologici più interessanti, come le auto senza conducente o i droni, i nuovi modelli di business, l’impatto sulle assicurazioni, l’opportunità Big Data, i problemi hacking&sicurezza. La lista completa degli speaker è su questa pagina.

Il Pitchfire è dedicato al mondo startup, che avranno l’opportunità di mostrare le loro soluzioni e idee di business a un panel di giudici formato da imprenditori e top manager. Tra i giudici ci saranno rappresentanti di Momenta Partners, East London Ventures, Startup Boot Camp Fintech, Henkel e Italia Startup.

L’Hackathon sarà certamente di grande interesse per la community degli sviluppatori, degli ingegneri e gli degli esperti di mobilità: si tratta infatti del primo hackaton mai realizzato all’interno di un circuito di Formula 1, dove tutti i team presenti possono dar vita a ciò che hanno sperimentato e fare delle dimostrazioni live utilizzando le connected cars disponibili in pista. Alcuni tra gli ospiti dell’evento, guru del settore e sponsor svolgeranno il ruolo di giudici o mentori all’interno dell’Hack; in questo modo, i team potranno confrontarsi con i grandi attori del settore IT e automotive. Tra i partner confermati ritroviamo Digital Magics e Mirrorlink, Hyve, Snip2Code. La partecipazione dei team è gratuita.Per maggiori informazioni sull’Hackathon cliccare qui.

Non manca la competition, il CA Award: qualsiasi azienda, startup, business o persona presente alla sfida, potrà presentare ciò che ha creato (App o servizio).

Le categorie che verranno premiate sono:

– App dell’anno

– Progetto dell’anno

– Startup dell’anno

– Digital Leader dell’anno

L’esposizione ospiterà le più recenti innovazioni offrendo la possibilità di testare direttamente le connected car presenti sul mercato direttamente nel circuito.

Il momento più business è costituito dal Matchmaking, che si terrà all’interno dell’evento Smart Mobility World, si svolgerà come incontri One-to-One tra aziende, centri di ricerca e università. I partecipanti potranno incontrare professionisti ed esperti non solo per scambi tecnologici e commerciali, ma anche per acquisire potenziali partner con i quali collaborare nel settore nella mobility europea.

Articolo 1 di 5