LO STUDIO

Mercato insurtech, nel 2030 toccherà oltre 160 miliardi: numeri e tendenze

Valutato per 3,85 miliardi di dollari nel 2021, il mondo insurtech raggiungerà un giro d’affari da 166,7 miliardi di dollari entro il 2030, stima il nuovo studio di Spherical Insights & Consulting. Ecco i trend della crescita

16 Nov 2022

Valutato per 3,85 miliardi di dollari nel 2021, il mondo insurtech raggiungerà un giro d’affari da 166,7 miliardi di dollari entro il 2030, con un tasso annuale di crescita composto (CAGR) del 52%. Sono questi i risultati del nuovo studio di Spherical Insights & Consulting, pubblicato il 2 novembre e relativo proprio alle prossime tendenze del mercato delle assicurazioni digitalizzate.

La forte crescita prospettata per il settore è attribuibile, in parte, alla semplificazione delle procedure di gestione delle polizze, alla facilitazione delle comunicazioni con i clienti e alla diffusione crescente dell’automazione.

Mercato insurtech, le tendenze principali

Secondo Spherical Insights & Consulting, il settore che occuperà la maggiore fetta di mercato, a livello globale, nel corso dei prossimi otto anni è quello delle assicurazioni sanitarie, che già nel 2021 rappresentava il 25% del mercato con entrate per 960 milioni di dollari. La crescita delle polizze mediche sarà favorita dalla forte richiesta di piattaforme digitali che collegano i fornitori di servizi medici con assicuratori, broker e clienti.

Per quanto riguarda invece i servizi che caratterizzano il mondo insurance, Spherical Insights & Consulting ha rilevato che l’ambito più promettere sarà quello dei servizi gestiti (managed services), ossia gli specialisti che aiutano le compagnie assicurative in varie mansioni strutturali, come il completamento della transizione digitale, seguendole passo passo e offrendo una serie di informazioni e consigli pratici per navigare uno scenario in continuo cambiamento. Nel 2021, l’ambito managed services rappresentava già il 40% del mercato dei servizi, con entrate per oltre 1,5 miliardi di dollari.

La regione più in crescita: Asia-Pacifico

Dal punto di vista geografico, la regione maggiormente in crescita da qui alla fine del decennio sarà l’Asia-Pacifico, grazie anche alla presenza di poli tecnologici, assicurativi e finanziari come Singapore o Hong Kong. Al secondo posto troviamo il Nord America – che nel 2021 era emerso come principale mercato – e poi l’Europa.

Il settore più in crescita: cloud computing

Il report ha inoltre individuato una serie di tecnologie considerate come particolarmente promettenti, come la blockchain, il cloud computing, i dispositivi interconnessi Internet of Things (IoT), il machine learning e la robotica. Tra questi, il settore che crescerà maggiormente entro il 2030 è il cloud computing, che permette di conservare i dati in un ambiente virtuale sicuro e accessibile potenzialmente da in ogni momento da ogni dispositivo. Lo scorso anno, il cloud ha generato entrate per quasi 1,3 miliardi di dollari, un terzo del totale nel settore delle tecnologie.

Nel prossimo futuro, la crescita del cloud sarà favorita, tra le altre cose, dalla pratica del Bring Your Own Device (porta il tuo dispositivo), con cui le compagnie permettono ai dipendenti di utilizzare gli strumenti personali per lavorare, e dall’enorme quantità di informazioni raccolte dalle compagnie assicurative, che richiedono nuove modalità di archiviazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5