Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

Ecco le migliori 10 tendenze 2018 per il mondo Insurtech

L’innovazione tecnologica ha cambiato il volto delle assicurazioni. Rick Huckstep, Presidente di The Digital Insurer, investitore e influencer, ha stilato una lista delle 10 migliori tendenze che nel corso del 2018 caratterizzeranno la scena Insurtech mondiale

09 Gen 2018

Circa tre anni fa, ho avviato un blog intitolato “where’s the insurance tech in Fintech?”. Era il mio primo articolo sull’argomento e l’etichetta #Insurtech sui social media non era ancora entrata nella lingua corrente.

Questo era all’inizio del 2015 e il Fintech era essenzialmente rivlto al settore bancario. Certo, c’erano alcuni primi pionieri a muoversi nello spazio assicurativo, ma non era niente rispetto a oggi. Sorprendentemente, in un paio d’anni, il gigante addormentato delle assicurazioni è stato svegliato più o meno dal suo sonno.

Da quando ho scritto il mio primo articolo, ho pubblicato oltre 100 contributi sul tema di Insurtech. Non sono un giornalista, ma mi piace raccontare una storia. Ecco perché il mio approccio è sempre stato quello di parlare direttamente con i fondatori e amministratori delegati delle startup Insurtech. E non ho mai deviato da questo approccio.

Ho anche insegnato, consigliato e investito in molte di loro. Il che significa che la mia prospettiva riflette la loro. Ho già pubblicato altre liste di previsioni di fine anno, questo è il mio terzo in materia di Insurtech.

Guardando i miei precedenti elenchi di previsioni, mi è venuto in mente che non sono affatto elenchi di previsioni. Invece, sono più di una lista di tendenze. Sono come dei cartelli stradali che segnalano le numerose direzioni di viaggio che l’Insurtech ha presentato al settore assicurativo.

Questo è il motivo per cui quest’anno non voglio chiamarla ‘lista di previsioni’ ma ‘lista delle migliori tendenze’.

(in ordine casuale)

InsurTech Trend # 1 – L’automazione sostituirà lo sforzo umano lungo l’intera catena del valore assicurativo

Questa è una tendenza non solo per il settore assicurativo, ma che avrà un impatto significativo sul settore assicurativo. Questo perché gran parte del settore assicurativo opera ancora con modalità di lavoro pre-Internet. E anche perché il settore delle polizze personali che è stato atomizzato, per rimanere economicamente conveniente non può più basarsi sulla vendita realizzata da agenti. Inoltre sono gli stessi clienti a richiederlo, vogliono un’esperienza puramente digitale che non richiede il contatto umano, visto che le macchine lavorano così bene.

Da tenere d’occhio: ZhongAn

InsurTech Trend # 2 – I premi assicurativi diventeranno altamente personalizzati grazie a una maggiore conoscenza dei clienti e dei loro rischi individuali abilitata dalla tecnologia

La sinergia tra la crescita massiccia di nuove fonti di dati e i nuovi traguardi della scienza dei dati, rende possibile e inevitabile che i premi diventino altamente personalizzati. Questo sarà abilitato da tecnologie come wearables, telematica, IoT, app per smartphone. Per non parlare della possibilità di creare approfondimenti attraverso le relazioni esistenti tra i set di dati. Sono finiti i giorni in cui persone della stessa età e sesso, con auto o case identiche che vivono nella stessa strada, pagano lo stesso premio. In futuro, si applicheranno altri fattori per riflettere una maggiore granularità nei loro profili di rischio individuali. La scienza dei dati diventerà un set chiave per sottoscrittori e attuari.

Da tenere d’occhio: Sherpa

InsurTech Trend # 3 – L’era Blockchain è iniziata e ci sarà un rapido passaggio dalla sperimentazione alla produzione della tecnologia di ledger distribuito

Tutte le grandi Compagnie sono già coinvolte in un modo o nell’altro in un’iniziativa blockchain. Ciò potrà solo continuare in quanto questa tecnologia dirompente continua a dimostrare la sua capacità di fornire una soluzione praticabile. Naturalmente, ci sono ancora alcune grandi domande a cui rispondere in termini di scalabilità, prestazioni e sicurezza, ma le risposte arriveranno. Il grande passo avanti nelle Assicurazioni per quanto riguarda la blockchain sarà nel back office del complesso e globale mondo del commercio all’ingrosso, commerciale e riassicurativo (che ha disperatamente bisogno di entrare nell’era di Internet).

Da tenere d’occhio: ChainThat

InsurTech Trend # 4 – I confini tra il vecchio e il nuovo sfumeranno, mentre Insurtech si prepara a diventare mainstream entro il 2020

La caratteristica che definisce la quarta rivoluzione industriale è la velocità del cambiamento. Questo vale certamente per Insurtech e il suo impatto sul mondo assicurativo. La velocità con cui le startup Insurtech stanno spuntando in tutto il mondo non è sorprendente. Tutti vogliono un pezzo di questa torta da $ 7 miliardi di dollari. E gli incumbent hanno risposto. Investendo, collaborando e acquisendo, gli assicuratori storici hanno abbracciato interamente l’Insurtech. Questo porterà alla creazione di brand digitali completamente nuovi, progettati per cannibalizzare il business tradizionale. Poiché è semplicemente troppo costoso e impiega troppo tempo trasformare le operazioni legacy, gli incumbent utilizzeranno sistemi di dismissione controllata a graduale di tali operazioni.

Da tenere d’occhio: Munich Re

InsurTech Trend # 5 – Il coinvolgimento digitale attraverso le app lifestyle cambierà la dinamica della relazione tra assicuratore e assicurato

Le app lifestyle sono molto diffuse in ogni parte del mondo. Ciò le rende un veicolo perfetto per offrire la tranquillità che i clienti vogliono quando acquistano l’assicurazione. Invece della routine annuale di caccia alla polizza più conveniente, le app lifestyle offrono valore su base giornaliera. Questo fidelizza e, per gli assicuratori, significa meno perdite di clienti. Inoltre offre agli assicuratori una visione più ampia del comportamento dei loro clienti. Il che significa valutazioni del rischio meglio informate e premi personalizzati (vedi n. 2 sopra). E costruisce la fedeltà alla marca, che, se si crede nell’economia comportamentale, si tradurrà in livelli inferiori di frode.

Da tenere d’occhio: Metromile

InsurTech Trend # 6 – La polizza assicurativa All-in-One è qui per rimanere

C’è voluto più tempo di quanto mi aspettassi nel 2015, ma la polizza assicurativa All-in-One è arrivata. Dal punto di vista del cliente, la politica All-in-One ha perfettamente senso. Soprattutto per i millennial e GenY. Perché non possono semplicemente avere una relazione con un assicuratore e avere “tutto” coperto in un colpo solo? E non è solo per le giovani generazioni. Immagina di fornire all’assicuratore i dettagli sulla tua auto, casa, salute, viaggi, animali domestici e proprietà. Ti danno una politica generale, un prezzo equo e la possibilità di adattare in modo flessibile la copertina secondo necessità. Operando su un modello di appartenenza, la piattaforma può fornire salvaguardie e consigliare il cliente su decisioni buone e cattive. Questo è il territorio per l’AI e relativamente semplice da automatizzare.

Da tenere d’occhio: Getsafe

InsurTech Trend # 7 I nuovi modelli sfideranno la tradizionale catena del valore assicurativa

Nell’economia digitale, in cui l’assicurazione è incorporata in prodotti lifestyle o distribuiti attraverso ecosistemi (vedi n. 5 sopra), il modello assicurativo tradizionale non funziona. L’inefficienza intrinseca di una catena del valore altamente intermediata, in cui troppo dipende dallo sforzo umano, rende i prodotti assicurativi costosi. Quando si perde fino all’80% del premio sulla distribuzione, lasciando appena un quinto per il pool di rischio, si sa che qualcosa deve cambiare. Nelle parole di Bezos, “il tuo margine di grasso è la mia opportunità”. Questi nuovi modelli vedranno i carrier schiacciati mentre i riassicuratori forniscono capitali di rischio direttamente ai marchi digitali. I quadri normativi saranno rielaborati per riflettere queste catene di valore più brevi che non richiedono i molti strati che hanno oggi.

Da tenere d’occhio: Amazon

InsurTech Trend # 8 – Lemonade è il punto di riferimento dell’ InsurTech 2.0; le imitazioni seguiranno

La prima fase dell’ Insurtech riguardava la distribuzione e i dati. Poi è arrivata Lemonade. A settembre 2016 hanno lanciato a New York e un anno dopo coprono circa il 50% della popolazione degli Stati Uniti con i loro locatori e prodotti assicurativi domestici. Per me, Lemonade ha definito l’ Insurtech 2.0. Molte startup Insurtech pretendono di ridefinire o reinventare l’assicurazione, ma semplicemente non lo fanno. Lemonade lo ha fatto. È inevitabile che sorgano emuli (copycat). Alcune saranno startup, anche se avranno bisogno di essere ben organizzate, esperte e finanziate come il team di Lemonade per avere qualche possibilità di successo; altri saranno gli incumbent, che proveranno a creare un modello Lemonade dall’interno. Questi quasi certamente falliranno!

Da tenere d’occhio: Lemonade

InsurTech Trend # 9 – La liquidazione dei sinistri diventerà un’esperienza automatizzata, self-service e veloce da realizzare per i clienti

Gli assicuratori spendono troppo del premio di un cliente per gestire il processo di reclamo. Questo perché il processo è manuale, perché il carrier vuole un doppio controllo e perché i clienti non sempre dicono la verità, perché c’è troppo tempo in tutto il processo. La soluzione Insurtech è di mettere il processo di reclamo nelle mani del cliente. Questo suona contro-intuitivo, ma non lo è. Adottando un approccio self-service, il cliente fornisce video e immagini al FNOL (First Notice of Loss, la struttura che gestisce i reclami, ndr.) e controlla il processo di reclamo. Le revisioni automatizzate delle richieste gestiscono la maggior parte dei casi e premiano i pagamenti immediati. Il denaro può essere accreditato al cliente in poche ore. Nessun ciclo di elaborazione lungo, nessun tempo per infiocchettare la richiesta, alti livelli di soddisfazione del cliente. Solo quelli che falliscono la revisione automatica saranno i claim gestiti eccezionalmente dal carrier. Questo sistema diventerà la norma per la gestione dei sinistri, una volta che i timori e le resistenze dei tradizionali direttori dei reclami saranno uperati.

Da tenere d’occhio: Rightindem

InsurTech Trend # 10 – La prevenzione delle perdite abilitata dalle tecnologie consentirà di diventare una caratteristica chiave del prodotto assicurativo

I progressi nella tecnologia di ogni giorno aumentano la capacità di prevedere la probabilità che si verifichi un evento o un certo risultato. In ambito casa e motori, la tecnologia viene utilizzata per modellare il comportamento e identificare le eccezioni. Sensori, telefoni e dispositivi stanno raccogliendo dati che definiscono la nostra norma individuale (al contrario di una norma collettiva). Di conseguenza, qualsiasi deviazione può essere immediatamente accertata e permettere l’opportuno intervento. Per essere scalabile, questo sistema è automatizzato al 100%, guidato dall’AI e dall’apprendimento automatico. Il che significa che l’opportunità per l’assicurazione è immensa. Perché invece di essere un acquirente di rischio passivo (che sono i vettori oggi), gli assicuratori diventeranno gestori attivi del rischio.

Da tenere d’occhio: Surely

pubblicato originariamente da The Digital Insurer

Articolo 1 di 5