Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

Millennials, attenti al budget e alla sicurezza, uno su cinque ha un polizza vita

E’ uno dei dati dell’indagine realizzata da Facile.it e dedicata al rapporto tra la Generazione Y e il danaro. I risultati dicono che i giovani sono più attenti nel ridurre le spese e rispetto alla media nazionale risparmiano il 14% in più su bollette, assicurazione auto, telefonia

12 Feb 2019

Nel 2018 il 65% dei Millennials (i nati fra il 1981 ed il 1995)  è riuscito a risparmiare sulle principali voci di spesa domestica (utenze, assicurazioni e prodotti finanziari), mentre a livello nazionale la percentuale si ferma al 59%. Anche guardando all’entità del risparmio, il quadro non cambia: i Millennials lo scorso anno sono riusciti a risparmiare, in media 709 euro, il 14% in più rispetto alle media nazionale (620 euro).

Eppure questo segmento della popolazione è anche molto esigente verso i fornitori di servizi, non solo per ciò che riguarda il prezzo, ma la qualità e pertanto si dimostrano pronta a cambiare facilmente operatore quando non soddisfatti.

Guardando all’RC auto, ad esempio, emerge che nell’ultimo anno il 22% degli assicurati appartenenti alla Generazione Y ha cambiato compagnia (+3% rispetto alla media nazionale), di questi il 21% lo ha fatto perché non soddisfatto del servizio offerto dalla compagnia assicurativa; nella telefonia mobile a cambiare operatore è stato il 38% dei clienti Millennials (+2%), mentre nella telefonia Adsl-fibra lo ha fatto il 25% (+4%). Anche rispetto ai conti correnti, la tendenza si conferma; la percentuale di Millennials che ha detto addio al proprio istituto di credito in favore di uno nuovo è superiore a quella della media nazionale (11% contro l’8%).

In ambito assicurativo, i Millennials si dimostrano sensibili sul tema della sicurezza fisica e reddituale:  il 20% di chi fra loro nell’ultimo anno ha sottoscritto una polizza ha scelto un’assicurazione vita, il 13% una contro gli infortuni. Un dato positivo per le Compagnie considerato che negli ultimi due anni il mercato delle polizze vita in Italia ha subito una flessione al ribasso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4