99bros, la startup insurtech italiana che rende l’assicurazione semplice per i millennials

Nata nel 2020, 99bros è un consulente assicurativo digitale che usa l’AI per “spiegare le assicurazioni in maniera semplice”, a prova di mllennials. Tre i pilastri: attenzione al cliente, digitalizzazione e previdenza privata

01 Apr 2022

Nata a inizio 2020, poco prima dell’inizio della pandemia di Covid-19, la startup 99bros è comunque riuscita a farsi strada e imporsi nel panorama insurtech italiano.

Basata a Roma, la compagnia si presenta come un “consulente assicurativo digitale” che sfrutta le ultime tecnologie per offrire prodotti personalizzati e rendere il processo assicurativo semplice e immediato per i clienti.

99bros, il consulente assicurativo digitale basato sull’AI

99bros nasce a Roma nel febbraio 2020 da un’idea di Claudio Cancellieri, consulente finanziario con più di dieci anni di esperienza nel settore insurance, che oggi ricopre il ruolo di CEO.

La startup si presenta come una piattaforma digitale di intermediazione assicurativa che, grazie a un sistema integrato di intelligenza artificiale, permette ai clienti di scegliere le soluzioni più adatte al proprio profilo di rischio. Sul sito di 99bros i clienti possono infatti svolgere un rapido quiz online che li aiuta a identificare i prodotti più in linea con le proprie esigenze, informarsi sulle polizze e quindi sottoscriverle in pochi minuti e in modo completamente digitalizzato.

“La verità è che c’è una grande mancanza di cultura assicurativa e che le tradizionali reti di intermediazione prediligono prodotti con margini più alti e una normativa di riferimento meno complessa” spiega Cancellieri. “Da questo assunto, il team di 99bros ha avuto l’idea di provare a realizzare una piattaforma in grado di spiegare le assicurazioni in maniera semplice, così che i millennials, probabilmente la generazione maggiormente esposta ai rischi, possano affrontare il tema previdenziale, e in genere il tema assicurativo, con la giusta cognizione di causa”.

Il portfolio di 99bros è già ampio: la compagnia offre polizze sulla casa (acquistabili anche con pagamenti mensili), auto e mobilità, ma anche coperture per animali domestici, infortuni sportivi, viaggi e vacanze. I servizi sono pensati per un pubblico giovane e generalmente poco familiare con il mondo assicurativo, che spesso è percepito come obsoleto ed eccessivamente complicato. Il team di 99bros, infatti, è composto interamente da under-40.

La startup ha finora raccolto 200mila euro con un round pre-seed.

I tre pilastri di 99bros

L’attività di 99bros si basa su tre elementi fondamentali: attenzione al cliente, digitalizzazione e previdenza. Il team infatti è sempre contattabile via mail, canali social, telefono e anche servizi di messaggistica come Whatsapp.

Per quanto riguarda la digitalizzazione, la compagnia punta a “rendere il più snelli possibile tutti i processi legati alle polizze: dalla sottoscrizione al pagamento, passando per lo scambio di documenti, la gestione dei sinistri e le richieste di supporto”, si legge sul sito. Per farlo è fondamentale l’apporto della tecnologia, dall’intelligenza artificiale al machine learning, che aiutano a rendere scalabile il lavoro.

Infine, 99bros punta anche a promuovere la diffusione di una migliore cultura assicurativa in Italia, e incentivare l’attivazione di un sistema di previdenza complementare privata, in modo che tutti possano essere protetti in caso di imprevisti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4