Economia circolare, 11 idee (e strumenti) per la sostenibilità

Con il costante aumento delle possibilità della tecnologia, crescono le sue applicazioni nell’economia circolare, anche grazie alle idee innovative delle startup. Dal programma di Plug and Play, A2A e Buzzi Unicem, 11 proposte innovative per imprese più sostenibili

18 Giu 2020
Photo di ready made da Pexels

Economia circolare, un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo minimizzando sprechi e rifiuti, garantendo l’ecosostenibilità.

E’ la grande sfida di oggi, di fronte ad un’economia che spinge al consumo e all’abuso incontrollato delle risorse limitate a disposizione. Mentre la sensibilità verso questo tema si diffonde, continua ad affermarsi in Europa e nel mondo una spinta verso l’ideazione ed implementazione di nuovi modelli più sostenibili ed eco-friendly, con proposte che si estendono perfino al settore assicurazioni.

Con il costante aumento delle possibilità della tecnologia, crescono anche le sue applicazioni nell’economia circolare, mettendo a disposizione nuovi strumenti che appena qualche anno fa non sarebbe stato possibile realizzare. Particolarmente attive nella ricerca di idee innovative a favore dell’ecosostenibilità sono le startup, uno dei grandi motori dell’innovazione, che grazie alla loro agilità sanno proporre idee fresche ed interessanti.

In questo contesto è stato inaugurato da Plug and Play, in partnership con A2A e Buzzi Unicem, volto a ricercare startup innovative in ambito sostenibilità e integrarle nelle strategie operative delle aziende. Plug and Play si propone di organizzare due programmi di accelerazione l’anno, ciascuno della durata di 3 mesi, in cui 20 startup, selezionate in base a degli ambiti tematici specifici scelti dalle due aziende partner, potranno valutare progetti di implementazione all’interno delle due imprese. Lo scopo è quello di avvicinare i due player alle startup internazionali ed italiane raggiunte dal network di Plug and Play, al fine di migliorarne la sostenibilità grazie alle soluzioni innovative proposte.

E’ già stato presentato il batch zero delle startup partecipanti, con interessanti proposte nell’ambito della sostenibilità. Si spazia da sistemi di tracciamento dei materiali nella catena di montaggio per la minimizzazione dei rifiuti, e nuovi sistemi di riciclo, a software per ottimizzare il consumo energetico, e ancora piattaforme di automatizzazione processi e robot per ispezioni industriali in sicurezza.

Le startup selezionate sono divise in tre categorie:

Circular economy, Sustainable materials and Recycling, con Circularise, Circulor, Greyparrot, UBQ Materials e Handerek Technologies;

Energy Management and Resource Utilization, con ADEX, BeeBryte e STOREH;

Sustainable Industrial Operations, con Automation Hero, Gecko Robotic e Noiseless Acoustics.

Per conoscere le startup selezionate più nei dettagli, leggi l’articolo integrale su Economyup.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5