iArena, il marketplace per gli intermediari assicurativi (che ora lancia il B2C)

Nata nel 2013 e startup insurtech dell’anno agli Italian Insurtech Awards 2021, iArena è il primo marketplace virtuale B2B e tra le più grandi community italiane per gli intermediari assicurativi. Dopo aver raccolto oltre 745mila euro in crowdfunding si prepara a lanciare anche servizi B2C

29 Ago 2022
Carlo Francesco Dettori, founder e CEO iArena

Marketplace, piattaforma per intermediari, community: è iArena, compagnia vincitrice del titolo “startup insurtech dell’anno” agli Italian Insurtech Awards 2021, che non accenna a fermarsi e si prepara a lanciare una nuova piattaforma B2C. Ecco come funzionano i suoi prodotti innovativi.

iArena, il marketplace per gli intermediari assicurativi

La startup nasce nel 2013 a Milano, con il lancio del primo marketplace virtuale B2B per intermediari assicurativi. Il co-founder e CEO è Carlo Francesco Dettori, professionista con esperienza, tra le altre, in Energon Insurance Agency e JMorgan Borkers.

Oggi, quasi dieci anni dopo, iArena si presenta come una tra le più grandi community italiane di intermediari assicurativi, dove gli utenti possono scambiarsi informazioni, avviare nuove partnership, scoprire nuove soluzioni e far crescere il proprio business.

In particolare, grazie al servizio “Arene competitive” i distributori assicurativi possono richiedere agli intermediari della community una serie di quotazioni, in modo da poter scegliere le tariffe migliori per ogni cliente e vincere la sfida con gli altri offerenti. Quando le quotazioni sono particolarmente complesse, invece, grazie al servizio “iArena su misura” gli utenti possono inviare le proprie richieste sulla piattaforma, che le inoltrerà a tutti gli offerenti.

La suite di servizi di iArena, completamente digitalizzata, funziona su tutti i dispositivi, dai computer fissi ai tablet e gli smartphone, permettendo quindi grande flessibilità e comodità di utilizzo.

Il lancio del marketplace B2C

Ad agosto 2022 la rete di iArena conta oltre tremila intermediari. A giugno 2021 la startup ha lanciato una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma BackToWork, raccogliendo più di 745mila euro. Al successo dell’operazione ha partecipato, con un investimento da 400 mila euro, anche DigiTouch, società italiana attiva nel mercato della digital transformation presieduta da Simone Ranucci Brandimarte, founder dell’insurtech Yolo e dell’Italian Insurtech Association (IIA).

I fondi saranno utilizzati per completare il lancio di Quellochevoglio.io, un marketplace B2C che affiancherà i servizi B2B già ora offerti da iArena. Grazie alla nuova piattaforma, i clienti finali potranno ottenere preventivi finali rapidi e veloci, tariffe convenienti e un’ampia scelta di prodotti assicurativi offerti da intermediari in modalità fisica o digitalizzata. Un canale distribuito “semplice, conveniente e felssible, che presto rappresenterà lo standard del mercato italiano”, ha detto il CEO Dettori nel video di presentazione del progetto.

iArena pensa anche all’internazionalizzazione all’estero: Dettori ha infatti dichiarato a BackToWork che nei prossimi anni la startup intende espandersi in Polonia, Francia, Germania e Spagna.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4