Insoore, 5,5 milioni per l’insurtech che innova la gestione dei sinistri

Lanciata nel 2018 dalla startup Whoosnap, Insoore userà i nuovi fondi per lo sviluppo di progetti di intelligenza artificiale, ingaggio di nuovi talenti ed espansione su mercati internazionali

07 Apr 2022
Insoore: Gerardo Gorga, Enrico Scianaro, Federico Santini e Vito Arconzo

Ha chiuso un round da 5,5 milioni di euro Insoore, la startup insurtech che ridisegna i processi di raccolta documentale e di gestione dei sinistri in ottica di digitalizzazione e innovazione. Lead investor dell’operazione è Proximity Capital attraverso il veicolo Mercurio Holding, con la partecipazione di Lumen Ventures, Azimut Libera Impresa Sgr attraverso Azimut Digitech Fund, GELLIFY e alcuni business angel. CDP Venture Capital Sgr, attraverso il Fondo Acceleratori, converte il finanziamento erogato nel 2020 nell’ambito dell’operazione AccelerOra.

Nel 2021 la società ha fatto registrare una crescita del fatturato pari al 150% rispetto all’anno precedente. Si è passati dai 50mila euro di fatturato del 2018 agli oltre 2 milioni di euro del 2021.

Insoore, l’insurtech che innova la gestione dei sinistri

Insoore è stata lanciata nel 2018 dalla startup Whoosnap, società fondata a Roma nel 2015 da Enrico Scianaro, Gerardo Gorga e Vito Arconzo.

Propone un modello di gestione dei sinistri alternativo a quello tradizionale, che consente alle compagnie assicurative e alle aziende di fleet management di digitalizzare e accelerare i processi, riuscendo a ridurre tempi e costi. La sfida di Insoore è stata quella di innovare senza rinunciare a tenere alta l’attenzione alla soddisfazione di tutti i soggetti interessati: compagnie, carrozzieri, periti, fino naturalmente a ogni singolo assicurato. Per farlo, ha introdotto all’interno del processo tradizionale due elementi chiave: tecnologia e community.

L’automazione dei sinistri secondo Insoore: con l’AI faremo tutto in 24 ore

Il nuovo round di investimento

Il round, Serie A, servirà a perseguire almeno tre obiettivi: la definizione di nuovi progetti che includono soluzioni basate su algoritmi di intelligenza artificiale per la rilevazione automatica del danno, la crescita del team con l’ingaggio di talenti anche sulla scena internazionale e l’espansione su nuovi mercati.

“Questo incremento di capitale rappresenta per noi una spinta in avanti verso il potenziamento dell’azienda”  ha commentato Enrico Scianaro, CEO di Whoosnap, società proprietaria di Insoore. “In pochi anni abbiamo dimostrato come il modello che avevamo in mente fosse in grado di riscrivere alcune regole del settore. Un traguardo a cui siamo arrivati correndo insieme, con Federico Santini, Executive Chairman, Gerardo Gorga, COO, e Vito Arconzo, CTO, tutti parte di un management dalla visione audace che ha seguito e guidato il progetto di Insoore fin dai primi passi, e con un team coeso di professionisti competenti, appassionati e capaci di guardare con determinazione verso la stessa meta. Come squadra, siamo molto contenti della fiducia che i nostri investitori ci hanno accordato, perché ci permette di consolidare il nostro assetto e di dare il via a nuove sfide ad alto potenziale di innovazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5