Insurtech e smart mobility: hlpy e Arval insieme per l’assistenza stradale 100% digitale

Attraverso la piattaforma proprietaria della startup insurtech hlpy sarà possibile gestire la rete di soccorso, l’accesso alle oltre 7000 officine di Arval e la prenotazione della vettura sostitutiva in modalità “nativamente” digitale

10 Mar 2022

Insurtech e smart mobility si incontrano nella recente partnership tra la startup hlpy e Arval Italia. Una giovane startup insurtech assieme a un’azienda decennale attiva nel settore del noleggio a lungo termine, per offrire nuovi servizi di assistenza stradale completamente digitale.

Stipulata a febbraio 2022, la partnership permetterà di integrare la rete di oltre 7.000 officine e carrozzerie di Arval con la piattaforma proprietaria di hlpy, che sfrutta intelligenza artificiale e machine learning per superare limiti e inefficienze del settore. Cosa significa? Attraverso la piattaforma sarà possibile gestire la rete di soccorso, l’accesso alle officine del network e la prenotazione della vettura sostitutiva in modalità “nativamente” digitale.

Nata nel 2020, hlpy è una delle startup insurtech più promettenti degli ultimi anni. La fase pilota della sua strategia di innovazione e la digitalizzazione dei processi ha portato nel secondo semestre 2021 a risultati molto positivi in termini di riduzione dei tempi di intervento, di miglioramento della soddisfazione del cliente e di riduzione dei costi operativi per la gestione del servizio.

Arriva hlpy, l’Uber dell’assistenza stradale che piace alle compagnie assicurative

A detta del CEO Valerio Chiaronzi, la partnership con Arval permetterà di passare dalla fase pilota a una “estensione progressiva nel 2022”, attraverso “un’integrazione intelligente tra grandi corporation e startup innovative.”

Leggi l’articolo integrale su Economyup

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5