L’insurtech cinese Zhong An è pronta alla quotazione in Borsa

Fondata nel 2013, figlia di Alibaba, la startup è basata completamente su tecnologie big data. Già valutata oltre 8 miliardi di dollari, ora è pronta per andare in Borsa e accelerare ulteriormente il suo business, anche in direzione blockchain

07 Lug 2017

E’ stata una delle più eclatanti storie di startup insurtech degli ultimi anni: nata nel 2013 come una delle prime assicurazioni online-only, target di un colossale investimento da 8 miliardi di dollari che ha coinvolto Morgan Stanley e China Internaional Capital, ma sopratutto Alibaba (attraverso la controllata Ant Financial Services Group che è il principale azionista con il 16% delle quote) e addirittura Tencent Holdings, che è il principale gigante cinese dell’internet rivale di Alibaba.

Nata sul presupposto che l’intera catena del valore assicurativo e l’esperienza utente possa essere digitalizzato. facendo leva su cloud e big data analytics è riuscita a sviluppare oltre 200 prodotti assicurativi, sia per le aziende che per gli individui, assicurando beni tradizionali ma anche nuovi rischi legati a internet; gestendo via web tutto il processo dall’acquisto ai claim.

Zhong An, come avevamo anticipato in questo articolo, è ora pronta a quotarsi in Borsa, precisamente a quella di Hong Kong, dove ha appunto già presentato richiesta puntando a una quotazione già alla fine del 2017, con l’ obiettivo di raccogliere fino a 1,5 miliardi di dollari, secondo quanto riporta South China Morning Post.

Ma non solo. Secondo quanto riporta CoinDesk, proprio nel documento per la richiesta di quotazione, visionabile qui, la società rivelerebbe i suoi progetti in ambito blockchain.

La startup avrebbe già sviluppato, attraverso la propria controllata ZhongAn Technology (centro di ricerca con oltre 800 tecnici e iformatici), un protocollo blockchain chiamato Ann-chain, che serve come base per la costruzione di applicazioni e già nel corso dell’ultimo anno ha sperimentato una serie di applicazioni blockchain tra cui Ti-Packet, lanciata nel maggio 2017 e descritta come un sistema di firme a base blockchain, destinata alla food supply chain in particolare nella filiera dell’allevamento dei polli.

Per maggiori dettagli, rimandiamo all’analisi del prospetto informativo dell’Ipo di Zhong An realizzata da CBInsights.

– Aggiornamento a settembre 2017, da Reuters:

Hong Kong – ZhongAn Online Property & Casualty Insurance Co (6060.HK) priced its IPO at the top of an indicated range, raising $1.5 billion in Hong Kong’s biggest ever financial technology stock offering, IFR reported on Friday.

China’s first internet-only insurer priced 199.3 million new shares at HK$59.70 ($7.65) each, the top of a HK$53.70-HK$59.70 range said IFR, a Thomson Reuters publication. It cited people close to the deal.

Articoli correlati