MIA, le 3 startup vincitrici del programma di accelerazione al femminile

Coder Kids, Ghostwriter.ai, StageAir si sono aggiudicate il Programma di Accelerazione di 6 mesi che sarà dedicato alla creazione di un POC (Proof Of Concept) e alla messa a punto del progetto in vista dell’incontro con gli investitori il prossimo novembre

04 Giu 2020

Secondo un report del MISE riferito al primo trimestre del 2020, le startup innovative in Italia con una prevalenza femminile sono 1.494, il 13,3% del totale e le startup innovative in cui almeno una donna è presente nella compagine sociale sono 4.831, il 43,1% del totale. Un dato non ancora soddisfacente ma certamente in miglioramento rispetto ad alcuni anni fa.

Il tema del gender gap in ambito imprenditoriale e digitale è al centro dell’iniziativa MIA – Miss In Action, quest’anno alla seconda edizione, che si propone di supportare le donne che vogliono fare impresa innovativa ed è promosso da Digital Magics, il più importante business incubator italiano, e dal Gruppo BNP Paribas in Italia, con il patrocinio del Comune di Milano.  MIA seleziona con una call tre startup vincitrici che accedono poi a un programma di accelerazione della durata di sei mesi complessivi, in cui le imprenditrici saranno affiancate da mentor ed esperti e potranno perfezionare il proprio progetto e realizzare un PoC (Proof Of Concept). Fra le oltre 100 startup che hanno risposto alla Call for Innovation quest’anno lanciata il 15 novembre 2019, 11 sono arrivate in finale e tra di esse la Giuria ha scelto: Coder Kids, Ghostwriter.AI, StageAir.

“In questa fase di discontinuità, per creare le basi della ripartenza del tessuto sociale ed economico sarà ancora più cruciale saper far leva su approcci circolari di ecosistema multi-industries, costruiti intorno ai bisogni emergenti delle persone, che consentano di dare risposte veloci e concrete. Le startup di MIA hanno dimostrato agilità e velocità nel riadattare le loro idee innovative alle nuove situazioni di vita reale, partendo dalle esigenze sperimentate nel recente vissuto quotidiano unite al loro mindset femminile, digitale e imprenditoriale. La tecnologia sarà certamente il nostro “new normal” ma dai progetti finalisti si evince che al centro di tutto ci sono sempre le persone, un valore imprescindibile per riprogettare insieme il nostro futuro e restituire valore alla comunità.” Ha commentato in una nota stampa Isabella Fumagalli, CEO di BNP Paribas Cardif e Coordinatore di BNP Paribas IFS per l’Italia.

Le startup vincitrici di MIA 2020

Coder Kids

Si occupa di avviare bambini e ragazzi al coding e alla robotica educativa, tramite l’aiuto di un gruppo di insegnanti e tutor qualificati, al fine di coltivare e sviluppare un nuovo modo di pensare, affrontare e risolvere i problemi, secondo la logica e il pensiero computazionale.

Ghostwriter.AI

È una piattaforma di content marketing con l’obiettivo di raccogliere informazioni sulla clientela, mostrando alle aziende come e di cosa parlare con essa al fine di aumentare le vendite, i profitti e l’engagement.

StageAir

È una startup innovativa volta a creare il primo marketplace di stage per utenti di tutte le età, a partire dai 16 anni, con il supporto di una piattaforma online che abbina il profilo dei potenziali stagisti alle necessità delle imprese. Tramite l’Intelligenza Artificiale e l’impiego di giochi interattivi, gli utenti potranno ricercare e trovare stage in tutto il mondo.

Il prossimo appuntamento per le 3 startup coinvolte è quello in programma il prossimo 27 novembre, quando avranno l’occasione di presentare il progetto, così come migliorato dal programma di accelerazione, a un pubblico di potenziali investitori e partner commerciali.

Photo by CoWomen on Unsplash
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5