Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

Micro-polizze, Neosurance porta la sua tecnologia in US

La startup italiana insurtech avvia il suo piano di espansione negli Stati Uniti e si attrezza con l’ingresso nel proprio team globale di un veterano del marketing, John Murray, il cui compito sarà stringere partnership con le Compagnie

03 Lug 2018

“Dopo l’esperienza unica dell’anno scorso realizzata grazie all’acceleratore di Plug and Play Tech Center, Silicon Valley, siamo pronti per lanciare Neosurance sul mercato statunitense”. Così Pietro Menghi, CEO di Neosurance, in una nota stampa annuncia il grande passo di questa startup insurtech nata in Italia, una sfida molto importante considerato l’alta competitività del mercato d’oltreoceano.

Perciò la società si è già rafforzata con di John Murray nel proprio team globale, come Vice Presidente del Business Development negli US, un veterano del global marketing con oltre 15 anni di esperienza nel realizzare e condurre progetti B2B e B2C di digital strategy, e-commerce e business development per compagnie Fortune 500 e startup attive nel settore assicurativo, nei servizi finanziari, salute, cleantech e home services.

“John rappresenta, con il suo mix di knowledge assicurativo, tecnologico e il suo network di contatti, la figura professionale perfetta per mettere in atto i piani di crescita nel continente americano e non solo”, dice Menghi.

“Insieme al nostro nuovo team member e la comprovata competenza di John Murray, stiamo cercando di portare la tecnologia instant insurance dedicata a communities basate su app e su web nel Nuovo Continente” ha aggiunto Andrea Silvello, co-founder di Neosurance. “La piattaforma tecnologica è stata perfezionata nell’ultimo anno ed è molto più facile da integrare in qualsiasi digital customer journey (mobile e web)”.

Neosurance è una startup fondata nel 2016 da Andrea Silvello e Dario Melpignano, ed è una startup che corre.

Su InsuranceUp ne abbiamo parlato per la prima volta nel 2016, in occasione della loro vittoria all’Insurance Iot Europe Awards 2016 e poi del loro ingresso in uno dei più importanti acceleratori per startup al mondo, PlugandPlay.

La società ha anche realizzato importanti aumenti di capitale, per un totale di circa 1,7 milioni di euro.

Neosurance basa il suo business, oggi rivolto alle Compagnie assicurative, sulla propria tecnologia, completamente sviluppata in Italia. Mette a disposizione delle assicurazioni e delle communities una piattaforma di customer insight e profilazione che facilita la vendita di micro polizze tramite notifiche push sullo smartphone, nel momento e nel posto giusto. Analizzando e ampliando i dati di contesto, comportamentali ed emozionali dei clienti nel tempo, Neosurance riesce ad identificare il momento giusto e il bisogno potenziale specifico per il singolo cliente che può scegliere di attivare la polizza con qualche click sullo schermo.

“Connettiamo le assicurazioni (anche riassicuratori e broker) – ci aveva detto in questa intervista Pietro Menghi – con community digitali di utenti, costituite da app e siti web, interessate a veicolare proposte assicurative che siano interessanti per il cliente finale perché tagliate su misura sulle sue specifiche esigenze contingenti: un’assicurazione, tipicamente temporanea, utile proprio per quel momento e luogo in cui si trova l’utente; un’assicurazione le cui condizioni sono per tutti chiare e trasparenti; un’assicurazione che si può comprare semplicemente con qualche click sul proprio smartphone, e immediatamente attiva.”

Tra gli aspetti più interessanti per le assicurazioni consiste nella massima scalabilità della soluzione: una volta disegnato il prodotto assicurativo “instant” e messi a punto dei processi “full digital”, la proposta di vendita può essere veicolata da virtualmente tutte le communities digitali interessate a quel dato use case per cui quel prodotto assicurativo è stato costruito, senza dover ritoccare nulla nel prodotto o nel processo.

Articolo 1 di 4