Poleecy, l’insurtech romana per le assicurazioni temporanee

Nata a Roma nel 2018, Poleecy offre micro-polizze basate su immediatezza, economicità e breve durata. “Non è più il cliente che cerca la polizza assicurativa più adatta a lui, ma è la polizza che incontra il cliente”

11 Apr 2022
Elio Mungo, CEO Poleecy

Assicurazioni flessibili, intuitive e attive solo per un breve periodo di tempo. Sono questi gli elementi principali alla base del portfolio di Poleecy, startup insurtech romana attiva dal 2018 e specializzata nel settore delle polizze temporanee.

Con pochi click, la compagnia permette ai suoi clienti di “assicurare ogni momento”, ribaltando il normale funzionamento delle procedure. Ecco come funzionano i suoi prodotti personalizzabili.

Cosa fa Poleecy

Poleecy nasce a Roma nel 2018 dall’idea di Elio Mungo, oggi CEO, e Massimo Ciaglia, Chief Operations Officer. L’obiettivo della startup è quello di garantire ai clienti la possibilità di sottoscrivere una polizza assicurativa in qualunque momento e da qualunque luogo, utilizzando i canali digitali. L’idea è innovativa: “Vogliamo rivoluzionare il modo di fare assicurazione, andando a capovolgere il tradizionale paradigma tra cliente e compagnia assicurativa” si legge sul sito. “Non è più il cliente che cerca la polizza assicurativa più adatta a lui, ma è la polizza che incontra il cliente”.

Proprio per questo Poleecy opera nell’ambito dell’instant insurance, le assicurazioni digitalizzate attivabili in pochi minuti, generalmente tramite uno smartphone.

Nel suo portfolio troviamo “micro-polizze” con tre caratteristiche fondamentali: immediatezza, economicità e breve durata. Le assicurazioni proposte, infatti, sono temporanee, quindi pensate per coprire un periodo di tempo ridotto, da poche ore a qualche giorno. Questo, necessariamente, permette di offrire costi più bassi rispetto alle polizze tradizionali.

Fino a oggi la startup ha raccolto 300 mila euro con un Seed round di investimenti, chiuso nell’aprile 2018.

Il ruolo della tecnologia

La tecnologia è un elemento fondamentale nell’ecosistema assicurativo creato da Poleecy. La compagnia infatti sfrutta l’intelligenza artificiale e la tecnologia blockchain per trovare le soluzioni migliori per ogni cliente, e sottoscrivere quindi contratti in modo semplice, rapido e intuitivo grazie all’uso degli smart contracts, i contratti intelligenti e digitalizzati.

“L’innovazione è il motore del futuro. Da una parte c’è un rischio molto alto, ma se la strada si rivela quella giusta porta a un vantaggio competitivo che gli altri non hanno” ha detto il CEO Elio Mungo durante un’intervista con B Heroes, un programma che favorisce l’innovazione e la promozione di nuovi business. “Poleecy è una piattaforma per l’instant insurance che offre grandi vantaggi competitivi rispetto ai player esistenti, sfruttando il canale digitale”, ha aggiunto poi il COO Massimo Ciaglia.

Come funziona l’app di Poleecy

Oggi Poleecy offre assicurazioni temporanee e personalizzabili su auto, viaggi e casa, ma anche animali, vacanze, viaggi e sport.

Tutte le operazioni di selezione e sottoscrizione partono direttamente dell’app per mobile della startup. Da lì è possibile cercare le soluzioni assicurative più in linea con le proprie esigenze, selezionando il settore d’interesse e inserendo i parametri necessari a calcolare i preventivi.

Una volta effettuata la ricerca, l’utente può sfogliare le offerte disponibili, con i relativi costi e le condizioni contrattuali, per poi acquistare direttamente online il pacchetto migliore. Il pagamento è effettuabile sia con carta di credito che con strumenti digitali, come PayPal. La polizza sarà immediatamente attiva, e il cliente riceverà tutti i documenti via email.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5