RiskApp, la startup che aiuta le compagnie nell’analisi digitale dei rischi delle PMI

Nata nel 2015 da un gruppo di studenti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, RiskApp guida le compagnie assicurative nel percorso di trasformazione digitale, con focus sulle esigenze insurance di piccole e medie imprese

21 Apr 2022

Laura Loguercio

La piattaforma RIskApp

La startup insurtech padovana RiskApp, attiva dal 2015, si conferma tra le più innovative in Italia per quanto riguarda la trasformazione digitale e l’analisi avanzata del rischio.

Le sue piattaforme, studiate a partire da tecnologie all’avanguardia, guidano le compagnie assicurative nel percorso di trasformazione digitale, e collaborano con gli intermediari per aiutarli a gestire a 360 gradi le esigenze insurance di piccole e medie imprese, dalla previsione di possibili catastrofi naturali alle attività di media monitoring online.

RiskApp in breve

RiskApp nasce a Padova, in Veneto, nel 2015 da un gruppo di studenti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. L’idea è dell’allora neolaureato in International management Giuseppe Da Re, che sviluppa il progetto assieme a Pierpaolo Toniolo, Luca Scarparo, Federico Carturan, Francesco Xodo. L’azienda è oggi gestita dal CEO Federico Carturan, con Luca Bizzarro come COO.

Da un lato, i servizi innovativi di RiskApp semplificano il lavoro delle compagnie assicurative impegnate nel processo di trasformazione digitale, e dall’altro aiutano gli intermediari che operano nel settore delle piccole medie e imprese a gestire al meglio i rispettivi clienti.

Un supporto per la trasformazione digitale

Per quanto riguarda la trasformazione digitale, RiskApp aiuta i player assicurativi a sviluppare e lanciare nuovi prodotti digitalizzati – come sistemi API, micro servizi, o piattaforme di front end – in modo semplice e soprattutto estremamente rapido: “Dall’idea al mercato in sei settimane”, si legge sul sito.

Per farlo, la startup sfrutta tecnologie come l’intelligenza artificiale, i big data e il cloud computing, e punta su un metodo di sviluppo Agile, quindi meno strutturato e concentrato sulle necessità del cliente, in continuo cambiamento.

I servizi per gli intermediari

La piattaforma di RiskApp offre inoltre una serie di servizi digitali studiati per facilitare le operazioni degli intermediari assicurativi che lavorano con le piccole e medie imprese.

Grazie al programma Nat-Cat e Supply Chain, per esempio, gli intermediari che collaborano con RiskApp possono determinare in modo preliminare il livello di esposizione ai rischi causati dal cambiamento climatico – come incendi, inondazioni o alluvioni – a cui sono sottoposti gli elementi chiave delle attività dei clienti, come i fornitori che potrebbero tardare la consegna delle merci.

Altro servizio offerto da RiskApp è il “Cacciatore di dati”, una tecnologia proprietaria tramite cui gli intermediari possono raccogliere tutti i dati disponibili online sui loro clienti, dalle informazioni finanziarie alle notizie che lo citano. Il cliente viene quindi monitorato nel tempo, e al comparire di un elemento sospetto il motore di intelligenza artificiale identifica la causa e predispone degli alert per la gestione della criticità.

Ancora, RiskApp aiuta gli intermediari a valutare correttamente il valore dei beni da assicurare, e a gestire le operazioni di ispezione e sopralluogo, anche in modalità virtuale.

L’Insurance Advisor di RiskApp

Con la piattaforma Insurance Advisor sviluppata da RiskApp, poi, gli intermediari partner possono creare report di consulenza personalizzati per i propri clienti nel mondo delle PMI, individuando le criticità inerenti a varie tipologie di rischio tra cui incendio, furto, responsabilità civile e continuità operativa. L’obiettivo è permettere ai clienti di RiskApp di realizzare consulenze professionali nel minor tempo possibile.

Il software analizza i rischi attraverso questionari compilabili online, ed estrae poi le esigenze assicurative specifiche dell’azienda indicando motivi e specifiche. Il report riassuntivo, poi, presenta i risultati in ordine di priorità e consente agli intermediari – e poi ai loro clienti – di acquisire una visione del rischio aggiornata, completa e puntuale.

Grazie a RiskApp l’intermediario è quindi in grado di offrire al cliente una proposta economica per il trasferimento del rischio, da confrontare con i premi che l’azienda già spende per le sue coperture assicurative.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Laura Loguercio

Lavoro nel desk video di un'agenzia stampa a Milano. Primo ho studiato Filosofia, poi ho scoperto il mondo del digitale. Scrivo di società, ma con un occhio per l’innovazione.

Articolo 1 di 5