Smartworking, 7 startup italiane per il lavoro agile - InsuranceUp

Smartworking, 7 startup italiane per il lavoro agile

Dove ci sono lacune, si fanno avanti gli innovatori: ecco 7 startup selezionate dal politecnico di Milano che fanno dello smartworking di necessità virtù

02 Apr 2021

L’esperienza forzata di smartworking durante il periodo della pandemia ha messo in luce come l’organizzazione tradizionale del lavoro sia basata su assunti oggi largamente superati.

E dove ci sono lacune, si fanno avanti gli innovatori: abbiamo parlato di Safetywing, l’insurtech nato per gestire i bisogni assicurativi dei digital nomad, ma sono tante le realtà che sono sorte ad offrire nuove soluzioni efficienti a vecchi processi che necessitano di aggiornamento, primo tra tutti lo smartworking.

L’Osservatorio Startup Intelligence, in collaborazione con l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, ha analizzato le startup che offrono servizi o strumenti che permettono alle persone di lavorare in modo più efficace sia all’esterno che all’interno degli spazi di lavoro: 371 startup internazionali, di cui 20 italiane, finanziate negli ultimi due anni (dal 2019) da investitori istituzionali.

Tra queste, 7 in particolare sono state selezionate per il loro apporto innovativo, e hanno avuto l’occasione di presentare un pitch durante il Workshop di Startup Intelligence, di fronte alla platea della community degli Innovation Manager italiani, tra cui Aci, Amadori, Axa Assicurazioni, BNP Paribas Leasing Solutions, Bper Banca, Bticino, Costacurta, Credem Banca, Edison, Enel, Eni, Ferrovie Dello Stato Italiane, Gruppo Enercom, Gruppo Tea, Mooney, Parmalat, Pirelli, Prysmian Group, Roche, Saipem, Siram Veolia, Sky, Smartpaper, Sparkasse, Steelcase, Terna, TIM, Unicoop Firenze, Unipolsai, Vivigas.

Le sette startup scelte sono state suddivise secondo le categorie Working Activity (supporto alle attività lavorative), Physical Workplace (iniziative riguardanti gli ambienti e gli spazi fisici) e Wellbeing (concentrato sulla sfera del benessere psico-fisico della persona nel contesto lavorativo). Ecco come agevolano lo smartworking.

Working Activity

Coderblock ha sviluppato una piattaforma digitale per Productivity & Planning, che ottimizza le collaborazioni a distanza attraverso un ufficio virtuale in 3D in grado di offrire un’esperienza lavorativa immersiva.

Mela Works, rivolta ai colletti blu, consente di seguire i lavori e controllare i costi di cantiere in maniera semplice, rapida ed innovativa.

Physical Workplace

Iooota ha presentato il progetto Jarvis: una soluzione software per il controllo e la gestione degli ambienti indoor, anche da remoto.

Up2You permette ai lavoratori di ridurre il proprio impatto sul pianeta e alle aziende di diventare più sostenibili, attraverso missioni green.

Work Your Way consente ai dipendenti di raccogliere punti attraverso una piattaforma personalizzata che premia i comportamenti green e virtuosi dei dipendenti.

Wellbeing

Supermood, operativa nella categoria Engagement, permette alle imprese di proporre quick poll via mail ai propri dipendenti, in base ai propri bisogni e ai temi da monitorare all’interno del personale.

Pavestep ha sviluppato una piattaforma personalizzabile per Behavior & Skill, che permettere ai manager che gestiscono persone da remoto di fornire feedback in real time, rendendo le persone più motivate e soddisfatte nel lavoro.

Jojob, che si occupa di Psychological and Physical Health, ha progettato un servizio per rispondere alle esigenze dei pendolari che quotidianamente percorrono la tratta casa – lavoro attraverso un sistema di carpooling.

Scopri di più nell’articolo integrale su Economyup

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5