CO-INNOVAZIONE

bolttech, l’insurtech americana da 1,5 miliardi che piace a WindTre rafforza la presenza in Italia

Basato tra New York e Singapore e diventato unicorno in meno di 2 anni, bolttech rafforza la sua presenza in Italia rinnovando la partnership con WindTre: un servizio di trade-in per rivalutare il vecchio smartphone nell’acquisto del nuovo. Tutto grazie alla sua piattaforma di embedded insurance

09 Nov 2022
Il team bolttech

L’unicorno insurtech bolttech, basato tra New York e Singapore ma attivo su 30 mercati in tutto il mondo, rafforza la sua presenza in Italia grazie al rinnovo della partnership con WindTre. A inizio novembre, infatti, le due aziende hanno lanciato il programma “Reload exChange”, un servizio di trade-in con cui i clienti della compagnia di telecomunicazioni potranno valutare il proprio vecchio smartphone e ricevere agevolazioni per acquistarne uno nuovo. 

Fondata nel 2020, oggi bolttech ha raccolto investimenti per oltre 200 milioni di dollari, e a luglio 2021 la sua valutazione ha superato il miliardo di dollari, garantendogli così in tempo record il titolo di unicorno insurtech. Ecco come funziona la sua piattaforma, e quali sono i numeri del suo successo. 

Come funziona la piattaforma di bolttech

Bolttech è stata fondata ad aprile 2020, nei primi mesi della pandemia di Covid-19, da Richard Li, già founder della società di investimenti Pacific Century Group specializzata in ambito finanziario, immobiliare, tecnologico e delle telecomunicazioni. 

Bolttech opera in modalità B2B2C e gestisce una piattaforma digitale di embedded insurance che connette diverse compagnie assicurative permettendo loro di offrire ai clienti prodotti anche al di fuori delle rispettive aree di specializzazione. Allo stesso tempo, la piattaforma è accessibile da piccole attività commerciali o compagnie non direttamente attive nel settore insurance, che però vogliono comprare polizze oppure offrire il servizio ai propri clienti.

Uno tra i punti di forza di bolttech sta nell’uso magistrale delle tecnologie all’avanguardia: i suoi servizi, completamente digitalizzati, sfruttano gli API e i sistemi cloud per creare prodotti sempre accessibili e integrabili con i brand delle aziende partner. 

bolttech: da startup a unicorno in due anni

A luglio 2021, a meno di due anni dal lancio, bolttech ha raggiunto lo status di unicorno dopo aver raccolto 180 milioni di dollari con un round di investimenti di Serie A. L’operazione aveva favorito l’acquisizione di i-surance, piattaforma assicurativa B2B2C che ha permesso a bolttech di espandersi in 12 mercati europei, tra cui Francia, Germania e Svizzera. 

A ottobre 2022, la startup ha annunciato l’avvio di un round di Serie B, raggiungendo una valutazione da 1,5 miliardi di dollari. Al momento, il round non è ancora stato finalizzato. 

Oggi bolttech è attiva in 30 mercati in Asia e in Europa, oltre che in tutti i 50 Stati americani. Collabora con 200 assicuratori e oltre 800 distributori sparsi su tre continenti, e la sua piattaforma mette a disposizione 6 mila prodotti assicurativi digitalizzati. 

Le partnership con WindTre

Tra le tante aziende che hanno deciso di collaborare con bolttech troviamo anche l’italiana WindTre, ben nota per i suoi servizi nell’ambito della telefonia mobile, dela fibra ottica e anche nelle forniture di luce e gas. Già a dicembre 2020, bolttech e WindTre hanno annunciato l’avvio della collaborazione tramite il lancio di “Smartphone Reload Plus”, un servizio che permette ai clienti WindTre di sostituire il proprio smartphone ogni anno con un modello migliore. 

Ora, a inizio novembre le due aziende hanno avviato il programma “Reload exChange”, che permette invece ai clienti WindTre interessati ad acquistare un nuovo telefono cellulare di valutare il loro attuale dispositivo per ottenere uno sconto sul prezzo finale, fino al valore massimo di 800 euro. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5