Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Powered by

L’ecommerce cresce e tra i prodotti preferiti ci sono le polizze

Lo dice la ricerca annuale di Netcomm e PayPal: il 60,9% degli italiani online ha fatto almeno un acquisto in rete negli ultimi 3 mesi. Comprano sopratutto viaggi, turismo, elettronica e servizi assicurativi.

19 Mag 2016

Gli italiani sempre più e-shopper e sempre più da mobile, in particolare piacciono le app. Sono 18,8 milioni gli italiani che hanno acquistato via web negli ultimi 3 mesi e 12,8 milioni hanno acquistato online almeno una volta al mese.

Il 55% degli utenti ha meno di 44 anni e il 53% sono uomini.

Proprio questi ultimi sono acquirenti abituali, in grado di generare il 90% del valore degli acquisti online degli italiani. Sono alcune delle evidenze di “Net Retail: Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani”, la ricerca di Netcomm e PayPal svolta da Human Highway e presentata nel corso della XI edizione del Netcomm eCommerce Forum.

In 5 anni siamo passati da 9 milioni di acquirenti online a oltre 18 milioni: un raddoppio della domanda che deve far riflettere a fondo le imprese. Nel primo trimestre di quest’anno la percentuale degli acquisti originati da dispositivo mobile è stata del 21%, di cui circa la metà su un sito web e l’altra metà via app. Circa 4 milioni di consumatori italiani, infatti, hanno fatto un acquisto tramite app; di questi, 3 milioni hanno acquistato da smartphone e 1 milione attraverso il tablet. – così commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm – Inoltre, vale la pena sottolineare che se con l’eCommerce i negozi sono andati online, quello che stiamo vivendo in questo momento è un ulteriore salto evolutivo del settore, con l’ingresso del digitale all’interno del punto vendita fisico. L’acquirente digitale potrebbe voler essere riconosciuto quando entra in un negozio, avere uno scaffale virtuale con i prodotti di proprio interesse, individuati sulla base degli acquisti precedenti, sapere come i propri contatti social li recensiscono, godere di promozioni personalizzate, essere invitato a navigare nel negozio da strumenti di micro-localizzazione e pagare con un clic”.

Cosa si acquista in rete? La spesa media degli acquisti di servizi e beni digitali è superiore rispetto a quella per i prodotti fisici tale per cui il valore degli acquisti per categoria disegna una distribuzione concentrata in poche categorie: a primeggiare sono i prodotti di viaggi e turismo, seguiti da elettronica, servizi assicurativi, abbigliamento e accessori. Il 55,6% del valore degli acquisti online rilevati a febbraio 2016 è generato da prodotti e il 44,4% da servizi di beni digitali. Le categorie che mostrano la crescita relativa più forte nell’ultimo anno sono i prodotti alimentari, le calzature, i cosmetici e prodotti di salute e benessere. Un buon trend anche per Soggiorni di vacanza, Smartphone e Arredamento.

Puoi leggere qui l’articolo integrale sulla ricerca di Netcomm e PayPal sull’e-commerce in Italia

Articolo 1 di 4