Claim management, la startup svedese Insurello ora punta all’estero

Ha appena raccolto un investimento da oltre 7 milioni di euro l’insurtech fondata in Svezia nel 2017 che digitalizza e semplifica a clienti e compagnie il sistema per ottenere un risarcimento danni

24 Giu 2020

Insurello, la startup svedese che aiuta i consumatori a ottenere un equo indennizzo dalle compagnie di assicurazione dopo incidenti personali, ha annunciato di aver raccolto altri 7,1 milioni di euro. Il round è stato guidato dalla società nordica di venture capital Inventure, co-lead di Schibsted, e con la partecipazione di Luminar Ventures.

Fondata nel 2017, Insurello opera nel settore del claim management , ha gestito oltre 85.000 richieste di risarcimento assicurativo e ha pagato ai consumatori più di 7 milioni di euro di indennizzo. Negli ultimi 12 mesi ha anche raddoppiato il suo team, arrivando a 70 persone. Insurello gestisce l’intero processo di liquidazione dei sinistri e identifica risarcimenti di cui gli utenti non erano nemmeno a conoscenza, ponendosi quindi quale intermediario tra clienti e compagnie.

“Ci battiamo per il diritto di tutti a un equo risarcimento, indipendentemente dalle esperienze, dalle conoscenze o dal background precedenti. Purtroppo, molte persone perdono il denaro a cui hanno diritto. – ha detto in una nota stampa Marcus Janback, CEO e fondatore di Insurello – Possiamo aiutare le compagnie di assicurazione ad automatizzare e semplificare il processo di risarcimento attraverso la nostra piattaforma e, di conseguenza, aiutare un maggior numero di consumatori ad ottenere il risarcimento cui hanno diritto”.

Il nuovo capitale sarà utilizzato principalmente per lo sviluppo del prodotto, anche se un’altra parte importante sarà quella di creare consapevolezza sul fatto di avere diritto al risarcimento dopo vari danni alla persona.

“C’è stato un enorme interesse per Insurello e ora abbiamo l’opportunità perfetta per attrezzarci ed espanderci verso nuovi mercati. Continueremo anche ad automatizzare il nostro prodotto e a semplificarlo per i consumatori.”

Solo in Svezia, riporta la società, ogni anno si verificano circa 600.000 incidenti personali. Un gran numero di persone infortunate non ottiene un risarcimento. Ciò è dovuto principalmente al fatto che la procedura media dei sinistri viene percepita come eccessivamente complicata, nonché al fatto che molte persone non sono a conoscenza di tutte le assicurazioni da cui sono coperte. Lo stesso vale per le richieste di risarcimento per i ritardi dei voli, che è la ragione alla base della recente acquisizione di If delayed.com da parte di Insurello.

“Insurello è una delle poche startup che continua a crescere anche in tempi incerti. Ora stiamo investendo non solo in un prodotto che risolve un grosso problema per i consumatori, ma anche in un grande team che ha tutte le giuste qualità necessarie per un’espansione verso nuovi mercati europei. Crediamo sinceramente nella missione di Insurello e vogliamo essere parte del successo che andrà avanti”, ha dichiarato Linus Dahg, Partner, Inventure.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4