Digital Battle, le startup del Gruppo C

99bros, Contesto, Cop-Chi Odia Paga, get™ Aura, H4D sono le startup che si affrontano nella terza Digital Battle del contest Open-F@b Call4Ideas di Bnp Paribas Cardif. Vota anche tu la tua startup preferita entro il 2 novembre

28 Ott 2020

Il contest Open-F@b Call4Ideas 2020 dedicato al Next Normal iniziato il 6 luglio, ha chiuso lo spazio per le candidature il 30 settembre, dando poi modo agli esperti di BNP Paribas Cardif di valutare i progetti e selezionare, tra i numerosi candidati, le 20 iniziative che si stanno affrontando nella Digital Battle, che si è aperta il 14 ottobre e si chiuderà il 9 novembre.

Le startup, suddivise in 4 gruppi da 5, si affronteranno in sfide settimanali: ogni mercoledì saranno disponibili su questa piattaforma i video di 5 startup che raccontano la propria idea di successo e le votazioni saranno aperte fino al lunedì successivo.

Al termine del periodo di votazione le 2 startup più votate della settimana avranno accesso diretto all’evento finale, per un totale di 8 finaliste.

È previsto un ripescaggio di 2 startup tra le 12 escluse, grazie a un’ulteriore votazione riservata ai dipendenti di BNP Paribas Cardif.

10 finaliste avranno accesso all’evento finale che si terrà il 24 novembre in modalità totalmente digitale!

Dopo aver votato per il Gruppo A e il Gruppo B, questa settimana spetta ad un altra serie di startup affrontarsi, conosciamole meglio.

Le startup del Gruppo C – Da mercoledì 28 ottobre a lunedì 2 novembre

99bros

È una piattaforma digitale di intermediazione assicurativa che, grazie ad un sistema integrato di IA, contenuti multimediali e consulenti specializzati, offre soluzioni personalizzate. L’algoritmo di machine learning suggerisce in tempo reale le coperture assicurative più adatte, acquistabili online. L’utente può approfondire gli argomenti di interesse attraverso guide tematiche ed ottenere supporto da un servizio Clienti. 99bros si rivolge alle giovani generazioni che possono sottoscrivere velocemente un piano pensionistico individuale, sfruttando i canali digitali e la loro attitudine ad approfondire in autonomia e ad acquistare sul web. Collegando il conto corrente alla piattaforma, l’utente riceve mensilmente suggerimenti su quanto risparmiare (arrotondamento spese digitali + analisi entrate/uscite) e su come contribuire al PIP Cardif. La piattaforma ipotizza i rendimenti futuri del fondo su cui investe il piano e mostra quanto incideranno in futuro i versamenti effettuati oggi.

Contesto

Migliorare la trasparenza dei prodotti assicurativi e mirare alla rapida vendita digitale delle polizze, rappresentano il “trend” del momento, ma l’accesso all’informazione qualificata può rendere più consapevoli gli utenti sulle proprie necessità e scelte. Dedicare, quindi, la giusta attenzione agli utenti, per rispondere alle loro domande e cercare di risolvere i loro problemi é efficace, soprattutto, ove i consumatori non conoscono l’argomento a fondo e fanno fatica a fidarsi completamente. Utile, pertanto, fornire alla community degli utenti, l’approfondimento di specifiche tematiche, creando una comunicazione partecipativa in rete. Assibot, con formula a quesitario e indice, consente di ricevere risposte, automatiche oppure a richiesta. Gli argomenti trattati, vertono sulle tematiche di “rischio” abbinate al “diritto” al fine di orientare l’utente verso il trasferimento assicurativo. La casistica giurisprudenziale equivale a storytelling sui “rischi” ed eventi dannosi.

Cop-Chi Odia Paga

COP – Chi Odia Paga è una startup legaltech che offre servizi di utilità sociale finalizzata alla formazione, tutela e supporto per la difesa dei diritti dei cittadini. Si rivolge in particolare alle vittime di odio online (stalking, hate speech, diffamazione, cyberbullismo e revenge porn) che possono facilmente accedere alla piattaforma tramite il sito web dell’azienda e richiedere un feedback legale digitale gratuito o acquistare un servizio di supporto legale (al prezzo più competitivo sul mercato). L’obiettivo della società è quello di abbattere le barriere che scoraggiano il cittadino dall’intraprendere azioni legali per tutelare i propri diritti, abbattendo i tempi, i costi e snellendo l’iter di tutto il processo rispetto ai metodi tradizionali. COP oltre a contrastare gli haters “a valle”, riduce il fenomeno “a monte” sostenendo, insieme ad una rete di aziende partner, progetti di educazione e sensibilizzazione per la prevenzione dell’odio online.

get™ Aura

Get™Aura è first mover nel mercato dei wearable per l’autenticazione univoca della persona tramite parametri vitali. La tecnologia assicura un alto livello di sicurezza ed affidabilità dei dati raccolti dall’utente. La biometria avanzata si completa rilevando ulteriori dati: ECG, PPG (battito), SpO2 (ossigenazione del sangue), temperatura, GPS, sleep monitoring, stress e fall detection. La soluzione, che adotta l’innovativa bone conduction technology di Deed™ per trasmettere l’audio in totale privacy, rappresenta un “all-in-one device” che sfrutta la sua piattaforma integrativa abilitando molteplici servizi come pagamenti c-less, telemedicina ed alert. I protocolli di comunicazione sono in grado di connettersi in Bluetooth a smart devices e in WiFi ad infrastrutture già esistenti rendendo il dispositivo attivo anche in modalità stand-alone. Importanti clienti e partner come Intesa Sanpaolo,TIM,Giomi,Telsy,Spotify e Nastro Azzurro hanno validato l’innovazione e la verticalità delle soluzioni.

H4D

H4D è stata fondata per sviluppare la Consult Station®, una soluzione unica che migliora la visita medica in video-conferenza con l’integrazione di device consentendo a medici di rilevare misurazioni affidabili e condurre visite mediche complete a distanza. L’idea è nata dal Dr. Baudino che, dopo anni di esperienza nella gestione di reti d’urgenza e di risposta alle crisi sanitarie nel mondo, ha voluto sviluppare una soluzione capace di creare una fitta rete di punti di accesso alla salute grazie alla telemedicina. Installata in sedi di aziende, in zone di abituazioni ed in punti chiave della vita dei cittadini, la cabina agevola l’accesso alle cure per tutti. H4D ha effettuato migliaia di televisite e forma numerosi medici per offrire un’esperienza unica al paziente attraverso un dialogo rinforzato ed un trasferimento di conoscenze necessario di fronte alla lontananza fisica. Oggi si sviluppa in Italia con un responsabile commerciale, un capo progetto ed un direttore medico.

Come votare

Puoi partecipare alla Digital Battle del Gruppo C votando, fino al 2 novembre, la tua startup preferita su questa pagina.

Ciascun utente potrà votare una sola startup, selezionando il tasto di gradimento all’interno della descrizione del progetto. Sarà possibile promuovere e sostenere il progetto preferito, selezionando il tasto Condividi, che ne permetterà la condivisione sui social (Facebook, LinkedIn, Whatsapp).

Per il 12 novembre saranno comunicate le 8 finaliste che si affronteranno all’evento finale, il prossimo 24 novembre.

Il premio

I vincitori saranno affiancati dal team R&D di BNP Paribas Cardif nello sviluppo e nella concretizzazione del loro progetto, tenendo in considerazione le esigenze del mercato e della Compagnia. I progetti finalisti otterranno anche un’importante visibilità internazionale: saranno presentati a C Entrepreneurs Fund, il fondo venture capital di BNP Paribas Cardif che, insieme a Cathay Innovation, ha l’obiettivo di accelerare l’innovazione della Compagnia attraverso investimenti in startup early stage. I finalisti saranno inoltre inseriti nella piattaforma di Open Innovation Scoop del polo International Financial Services del Gruppo BNP Paribas, utilizzata all’interno del Gruppo per condividere, gestire e promuovere la cooperazione con le startup.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5